KTM Freeride E-XC, look rinnovato per il 2018

KTM Freeride E-XC porta alcune migliorie nella versione 2018. Maggiore autonomia della batteria elettrica, più potenza e look più moderno.

La strada dell’elettrico è la via che molti costruttori stanno seguendo per realizzare le proprie moto, e in particolar modo le enduro. Anche KTM segue questo indirizzo e per il 2018 la KTM Freeride E-XC sarà elettrica, silenziosa ed ecologica. Una soluzione che va incontro alle esigenze dipese dalle leggi e dalle restrizioni che stanno accorrendo nel mondo delle fuoristrada. Le migliorie che riguardano questa moto non sono solo legate alle specifiche di motore, ma anche all’estetica. E’ stato disegnato un nuovo gruppo ottico anteriore, con luci diurne a LED. A livello di strumentazione, essa è stata rivista e arricchita.

Batteria ottimizzata

Se nella precedente versione elettrica della KTM Freeride E-XC era probabilmente l’autonomia il punto debole, questo problema è stato risolto nella versione my 2018. Stavolta è stata utilizzata una batteria Sony da 3,9 kWh che ha il 50% in più di durata, tanto da durare un’ora e mezza. Migliora l’impatto dell’autonomia anche il sistema di rigenerazione in frenata, una novità nel segmento delle enduro. La batteria si ricarica completamente in 110 minuti, ma ne bastano 75 per arrivare all’80%.

Saranno tre le modalità di guida della KTM Freeride E-XC: Economy (50 km/h al massimo), Enduro e Cross. Ad ognuna corrisponde una diversa reazione del motore. Fa l’esordio la modalità Limp Home che riduce parecchio potenza e velocità massima per allungare l’autonomia residua. Una soluzione intelligente e perfetta per sopperire ai problemi di scarsa autonomia.

Motore più potente

Il motore cresce in potenza e passa quindi dai 22 ai 24,5 CV con 42 Nm disponibili fin dalla prima apertura del gas. A livello di ciclistica il la Freeride E-XC monta un telaio perimetrale in tubi di acciaio e piastre di alluminio, rinforzato nella zona del cannotto di sterzo. Le altre migliorie riguardano il manubrio, adesso più largo, l’impianto frenante più potente e le piastre di sterzo più rigide. Il prezzo è di 7.860 euro, a cui vanno aggiunti i 50 euro mensili per il noleggio della batteria.

Altri contenuti