Bagnaia e Ducati: tutto quello che c’è da sapere sul trionfo italiano in MotoGP

Francesco Irace
07 Novembre 2022
Ducati_World_Champions_2022_UC455912_High

Bagnaia e Ducati, il binomio vincente. Il torinese ha conquistato il titolo mondiale nella MotoGP e Ducati quello squadre e costruttori

Francesco Bagnaia (Ducati) è Campione del Mondo MotoGP 2022. Grazie al nono posto ottenuto nel GP della Comunità Valenciana, il pilota del Ducati Lenovo Team si è assicurato il suo primo titolo iridato MotoGP, dopo aver compiuto una storica rimonta in Campionato, mai riuscita prima a nessun altro pilota nella classe regina.

Non a caso Pecco Bagnaia, insieme al suo Team, è stato in queste ore invitato al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella per festeggiare il titolo.

Bagnaia-Ducati: il binomio vincente

Dopo essersi ritrovato sesto in classifica al termine del GP della Germania, Pecco è riuscito a colmare un distacco di 91 lunghezze su Fabio Quartararo nell’arco di otto Gran Premi, e si è portato in testa al Campionato con 14 punti di vantaggio sul pilota francese nel GP d’Australia, a Phillip Island, a due gare dal termine della stagione.

Dopo aver portato a quota 23 il suo vantaggio grazie ad una splendida vittoria a Sepang in Malesia, a Bagnaia è bastato il nono posto di oggi per conquistare il secondo titolo piloti per Ducati nella classe regina, a 15 anni dal primo mondiale ottenuto da Casey Stoner nel 2007.

Per il 25enne torinese e per la casa bolognese si tratta di uno storico traguardo: con sette vittorie, dieci podi e cinque pole position quest’anno, Bagnaia diventa il primo pilota italiano a vincere il mondiale MotoGP con una moto italiana, la Ducati Desmosedici GP.

L’ultimo a riuscirci nella top class fu Giacomo Agostini 50 anni fa, nel 1972, quando vinse il titolo nella categoria 500cc con la MV Agusta.

Pecco Bagnaia: chi è il campione Ducati

Francesco Bagnaia nasce a Torino il 14 gennaio del 1997. Comincia subito a farsi notare nelle categorie Minimoto e MiniGP, diventando campione europeo nel 2009. Nel 2010 corre nel campionato mediterraneo 125 PreGP, chiudendo al
secondo posto.

Nel 2011 e nel 2012 prende parte al campionato spagnolo velocità, conquistando un terzo posto finale, prima nella classe 125 e poi nella classe Moto3. Nel 2013 arriva nel Motomondiale ed esordisce in Moto3 con la FTR M313, firmata San Carlo Team Italia.

Nel 2014 passa al team Sky Racing VR46 in sella alla KTM RC 250 GP e ottiene i suoi primi punti in gara nel Gran Premio del Qatar. Il primo podio arriva nel 2015, dopo il passaggio al Mapfre Team Mahindra, nel Gran Premio di Francia, mentre la prima vittoria in gara arriva nel 2016, in occasione del Gran Premio di Assen, il 26 giugno.

Bagnaia chiuderà questa stagione al quarto posto in classifica, con 145 punti, dopo aver conquistato anche una vittoria nel Gran Premio della Malesia. Nel 2017, Pecco trasloca in Moto2 con lo Sky Racing Team VR46 e conquista il primo podio, in sella alla sua Kalex, nel corso del GP di Spagna. Arriveranno un secondo piazzamento in Francia e due terzi posti, in Germania e a San Marino.

Pecco Chiuderà la stagione con 174 punti e un quinto posto. Il 2018 è l’anno del primo titolo Mondiale per Bagnaia. Il torinese conquista le vittorie in Qatar, in Texas, in Francia, in Olanda, in Austria, a San Marino, ad Aragon, in Thailandia e in Giappone.

Il terzo posto finale in Malesia, poi, gli consente di conquistare il titolo Mondiale con una gara di anticipo e 306 punti in classifica. Nel 2019, Pecco Bagnaia approda in MotoGP con il team Ducati Pramac Racing: il torinese chiude la stagione in 15ª posizione con 54 punti, collezionando una serie di ritiri.

Stesso team per il 2020 e primo podio in MotoGP, il 13 settembre, sul tracciato di Misano. Nel corso di quella stagione il ducatista è stato costretto a saltare i GP di Repubblica Ceca, Austria e Stiria in seguito alla frattura della tibia destra, rimediata durante le prove a Brno. Chiuderà la stagione 16° con 47 punti.

Nel 2021 passa nel team Ducati ufficiale. Nel corso della stagione conquista il secondo posto nel GP di Portogallo, di Spagna e d’Austria per poi ottenere la prima vittoria in MotoGP nel GP di Aragon. Si ripete poi a San Marino, nel GP di Algarve e a Valencia. Chiuderà la stagione al secondo posto a 26 punti dal Fabio Quartararo.

E poi il 2022, anno della consacrazione. La stagione inizia con lo “scarto” del nuovo motore della GP22, in favore del “vecchio” ma aggiornato. Bagnaia, nelle prime gare, rimane lontano dal podio e riesce a tornare alla vittoria solo a Jerez, dopo aver conquistato la pole.

Segue poi la vittoria al Mugello, ad Assen, a Silverstone, nel GP d’Austria, a Misano, per poi interrompere la striscia con un secondo posto ad Aragon dietro Enea Bastianini. Dopo il ritiro in Giappone, seguono due terzi posti (in Thailandia e in Australia) che lo portano in testa alla classifica generale.

In Malesia, dopo un gran duello con il futuro compagno di team, Enea Bastianini, allunga ulteriormente il suo vantaggio sul francese di Yamaha, portandosi a +23 punti. La stagione si è conclusa con il Gran premio della Comunità Valenciana e il nono piazzamento finale del torinese: titolo mondiale per lui e per Ducati. Nello specifico: Titolo Costruttori, il Titolo Squadre per il Ducati Lenovo Team e il Titolo Piloti in MotoGP

Pecco Bagnaia in numeri

  • GP disputati: 172 (67 x MotoGP, 36 x Moto2, 69 x Moto3);
  • Primo GP: Qatar 2019 (MotoGP), Qatar 2017 (Moto2), Qatar 2013 (Moto3);
  • Vittorie: 21 (11 MotoGP + 8 Moto2 + 2 Moto3);
  • Prima vittoria GP: Aragón 2021 (MotoGP), Qatar 2018 (Moto2), Olanda 2016 (Moto3);
  • Pole position: 18 (11 MotoGP + 6 Moto2 + 1 Moto3);
  • Prima pole: Qatar 2021 (MotoGP), Francia 2018 (Moto2), Gran Bretagna 2016 (Moto3);
  • Titoli mondiali: 2 (MotoGP 2022, Moto2 2018).

Seguici anche sui canali social

img_pixel strip_agos

Annunci Usato

  • citroen-jumpy-bluehdi-pl-unico-proprietario
    19.900 €
    CITROEN Jumpy BlueHDi PL Unico Proprietario
    Diesel
    44.000 km
    11/2018
  • mercedes-benz-g-400-restyling-7posti-gancio
    49.800 €
    MERCEDES-BENZ G 400 Restyling 7posti Gancio
    Diesel
    184.000 km
    01/2004
  • citroen-jumpy-bluehdi-115-ss-pl-tn-furgone-comfort
    13.600 €
    CITROEN Jumpy BlueHDi 115 S&S PL-TN Furgone Comfort
    Diesel
    138.000 km
    11/2016
  • peugeot-508-bluehdi-160-stopstart-eat8-sw-gt-line-4
    23.000 €
    PEUGEOT 508 BlueHDi 160 Stop&Start EAT8 SW GT Line
    Diesel
    121.000 km
    07/2019
  • renault-clio-tce-12v-90-cv-gpl-startstop-5-porte-energy-life-3
    10.900 €
    RENAULT Clio TCe 12V 90 CV GPL Start&Stop 5 porte Energy Life
    Benzina/GPL
    114.821 km
    06/2017
  • bmw-318-d-150cv-4pt-sport
    37.450 €
    BMW 318 d 150cv 4pt Sport
    Diesel
    20.000 km
    05/2019
  • toyota-aygo-1-0-12v-auto-certificata-toyota
    7.700 €
    TOYOTA Aygo 1.0 12V "AUTO CERTIFICATA TOYOTA"
    Benzina
    80.000 km
    05/2013
  • land-rover-range-rover-evoque-2-0d-165cv-awd-r-dynamic-stetto-apribiler20-2
    59.990 €
    LAND ROVER Range Rover Evoque 2.0D 165cv AWD R-Dynamic S+Tetto Apribile+R20
    Elettrica/Diesel
    1 km
    11/2022
  • land-rover-range-rover-evoque-2-0d-165cv-awd-r-dynamic-stetto-apribiler20
    59.990 €
    LAND ROVER Range Rover Evoque 2.0D 165cv AWD R-Dynamic S+Tetto Apribile+R20
    Elettrica/Diesel
    1 km
    11/2022

Ti potrebbe interessare anche

page-background