Ecobonus moto e scooter elettrici 2022: vantaggi e modelli da acquistare

Francesco Irace
20 Gennaio 2022
04-vespa-elettrica-red

L’incentivo sarà del 30%, fino ad un massimo di 3.000 euro. Ma può arrivare al 40%, fino a un massimo di 4.000 euro, in caso di rottamazione.

La Legge di Bilancio 2021 ha introdotto l’ecobonus dedicato all’acquisto di moto e scooter elettrici. È già attivo dal 13 gennaio 2022 e i concessionari possono accedere ai fondi attraverso la piattaforma ideata dal Governo. Nello specifico, l’incentivo sarà del 30%, fino ad un massimo di 3.000 euro, per acquisto senza rottamazione. Si sale al 40%, invece, fino ad un massimo di 4.000 euro, per acquisto con rottamazione di un vecchio mezzo con omologazione compresa fra Euro 0 e Euro 3. In totale sono 150 i milioni di euro complessivi destinati all’ecobonus da oggi fino al 2026. Il Governo ha così suddiviso la cifra stanziata: 20 milioni annui saranno disponibili dal 2021 al 2023, mentre per il triennio che va dal 2024 al 2026, saranno a disposizione ben 30 milioni l’anno.

I clienti dovranno fare qualcosa?

La risposta è “no”. Perché saranno direttamente i concessionari ad attivare il bonus in relazione alla quantità disponibile. Difatti, entro 180 giorni, il concessionario deve confermare l’acquisto, comunicando targa e documentazione del nuovo veicolo e l’incentivo verrà fornito all’acquirente attraverso la compensazione con il prezzo di acquisto. Le imprese costruttrici o importatrici rimborsano al venditore l’importo del contributo e poi recuperano lo stesso importo del contributo sotto forma di credito d’imposta. L’ecobonus sarà calcolato sulla percentuale del prezzo di acquisto di un mezzo elettrico nuovo, facente parte delle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e (il mezzo può essere acquistato anche in leasing).

Che scooter si possono acquistare? Alcuni esempi

Partiamo da i prodotti di casa nostra, citando innanzitutto la Vespa elettrica. Quella più potente è in grado di raggiungere i 70 km/h, garantendo un’autonomia di 100 km con una ricarica completa (4 ore nella presa di corrente domestica). In questo caso, grazie all’ecoincentivo, il costo scende a 4.698 euro con rottamazione e a 5.271 euro senza rottamazione. Il nuovissimo Piaggio 1, invece, capace di percorrere 55 km con una ricarica, parte da 1.808 euro con rottamazione (2.029 senza). Volendo spendere ancora meno, si può optare per il Niu UQi (equivalente di un cinquantino) con autonomia di 40 km, proposto con rottamazione a 1.411 euro (1.583 euro senza). Mentre per chi cerca qualcosa di più performante, c’è il nuovissimo BMW Motorrad CE-04 (con motori da 31 o 42 CV), proposto a 8.550 euro in caso di rottamazione.

E le moto?

L’offerta a zero emissioni del panorama moto è ancora piuttosto ridotta, ma ci sono tuttavia prodotti molto interessanti. A partire da tutta la gamma Zero Motorcycles, dove spicca la FXE, un motard stiloso e divertente con 44 CV di potenza e 161 km di autonomia, che con l’ecobonus può essere acquistato a 9.990 euro (prezzo di listino 13.990 euro). Non possiamo dimenticare, in questa rassegna, la Livewire di Harley-Davidson (105 CV) che può essere acquistata a 28.400 euro (32.400 euro di prezzo di listino) e la Energica Ego (171 CV e 200 Nm) che con la rottamazione costa 19.990 euro.

Seguici anche sui canali social

Annunci Usato

Ti potrebbe interessare anche

page-background