Vacanze in moto: come disporre i bagagli

Ecco una guida pratica ed utile che aiuterà i centauri a prepararsi nel migliore dei modi ad un lungo ed emozionante viaggio estivo.

L’arrivo della stagione estiva è il momento ideale per pianificare e vivere nuovi viaggi in moto, con l’obiettivo di esplorare luoghi inediti e vivere una vacanza avventurosa e ricca di libertà. Viaggiare in sella ad una moto è una questione che richiede un certo tipo di preparazione, in modo da assicurare il massimo divertimento e soprattutto un’elevata sicurezza durante i propri spostamenti.

Cosa portare in viaggio?

A seconda della lunghezza e del tipo di difficoltà del viaggio in programma, risulta necessario studiare nei minimi particolari il tipo e la quantità di bagagli da portare con sé, considerando anche il poco spazio a disposizione che di solito si ha su una moto. Le cose da portare in un viaggio sono infatti numerose, e vanno dall’abbigliamento (compreso quello tecnico da usare in viaggio), passando ad eventuali computer, una fotocamera per immortalare i momenti più belli, senza dimenticare eventuali sacchi a pelo e tende se si decide di pernottare in campeggio.

Posizionare i bagagli nel modo corretto

La cosa principale è posizionare i propri bagagli in modo efficiente e sicuro, seguendo poche, ma fondamentali regole capaci di garantire la massima sicurezza e confort durante i viaggi. Se si sbaglia questo tipo di operazione si potrebbe correre il rischio di seminare il proprio carico lungo la strada, mettendo così in pericolo anche gli altri utenti della strada.

La prima regola nel collocare i bagagli sulla propria moto è quella di fare attenzione alla distribuzione ottimale dei pesi, in modo da non variare l’assetto della moto e di conseguenza la sua stabilità durante la marcia. La cosa migliore è quella di procurarsi un bauletto posteriore, una borsa serbatoio dove possibile e due borse laterali, con queste ultime due caratterizzate dal medesimo peso di carico. Attenzione anche al carico posizionato verticalmente che potrebbe interferire con l’aerodinamica della moto e con il suo baricentro.

Evitare in maniera categorica di fissare oggetti sfusi sulla moto, come ad esempio vestiti, giubbotti, etc. che devono essere riposti dentro le apposite borse. Se invece si deve fissare per forza un oggetto – magari un sacco a pelo – meglio procurarsi delle cinghie specifiche, magari a sgancio rapido e stando attenti che non pendano troppo.

Regolare le sospensioni

Se il peso sulla moto può essere considerato considerevole e si devono percorrere molti chilometri anche con un passeggero posteriore, è consigliato effettuare un nuovo setup delle sospensioni con l’obiettivo di rendere più rigido e stabile l’assetto della moto. Per quanto riguarda il mono posteriore, consigliamo di intervenire sul precarico con l’obiettivo di evitare eventuali rimbalzi. Per quanto riguarda la forcella il discorso non cambia: meglio regolarla per rendere più rigido l’anteriore per minimizzare i trasferimenti di carico. Anche la pressione degli pneumatici andrà gestita a secondo del peso che aggrava sulla moto. Al massimo carico meglio avere uno 0,1 – 0,2 di pressione in più, ovviamente dopo aver controllato i dati riportati sul libretto di uso e manutenzione del mezzo.

I controlli prima del viaggio

Prima di partire per un viaggio, lungo o breve che sia, meglio far controllare le parti meccaniche della moto e il suo stato generale, magari effettuando bel tagliando completo presso la propria officina di fiducia. Di seguito riportiamo i controlli fondamentali da fare prima della partenza.

  • Olio motore e olio freno e

  • Filtri aria e olio

  • Candele

  • Usura delle pastiglie freno

  • Stato e pressione degli pneumatici

  • Tensione ed ingrassaggio della catena

I Video di Motori.it

Yamaha Ténéré 700 Rally Edition

Altri contenuti