EICMA 2019: le novità di Triumph

Triumph presenta le sue novità ad EICMA 2019. Tre modelli pronti a scatenare le fantasie degli appassionati del Marchio britannico.

Triumph ha deciso di aggiornare i modelli già disponibili in gamma, per renderli più attraenti, preziosi ed evocativi. Ad EICMA 2019 la Casa britannica presenta la nuova Bobber TFC, la Thruxton RS e la Bonneville T100 e T120. Tutte e tre le moto sono espressione di un movimento di modernità classica, ma hanno tutte una personalità ben distinta e differente.

Bobber TFC

La Bobber TFC, sviluppata dalla Triumph Factory Custom è stata realizzata in 750 esemplari numerati, e si presenta con una dotazione completa e di livello sopraffino: sospensioni Öhlins regolabili, freni Brembo di stampo sportivo, luci a led, scarichi Arrow con fondelli in fibra di carboni e un motore bicilindrico 1200 dalla grande personalità, in grado di sviluppare 87 Cv di potenza (10 più della Bobber standard). La Bobber TFC si caratterizza ulteriormente per la sella in vera pelle, la livrea esclusiva, i molti badge di riconoscimento e la verniciatura a polvere di telaio e forcellone.

Bonneville T100 e T120

Queste sono moto che non ha bisogno di presentazione, sono esemplari che esprimono al meglio il concetto di Triumph. Le nuove Bonneville T100 e T120 “Bud Ekins”, traggono spunto nell’estetica al celebre stuntman americano che fu la controfigura di Steve McQueen in pellicole che sono passate alla storia come La Grande Fuga e Bullitt. La T100 e la T120 Bud Ekins hanno una particolare colorazione bicolore esclusiva, il tappo carburante tipo Monza, i loghi “flying globe” su serbatoio e fianchetti e vengono consegnate complete di un certificato di autenticità firmato da Nick Bloor (Ceo di Triumph) e dalle figlie dello stesso Ekins, Susan e Donna.

Thruxton RS

La Thruxton RS è una delle grandi novità di EICMA 2019, è una moto leggera che rispetto alla versione “R” pesa 6 kg in meno (196 kg). Il suo twin parallelo arriva ad una potenza di 105 Cv, mentre la coppia massima (112 Nm) è ora disponibile 700 giri più in basso rispetto alla “R”. Tanti lavori sono stati effettuati per rendere questa moto ancora più speciale, l’impianto frenante è caratterizzato dalle nuove pinze (ovviamente radiali) monoblocco Brembo M50, mentre gli pneumatici di serie sono gli sportivissimi Metzeler Racetec RR, garantiscono un grip ottimale anche in circuito. Molti dettagli sono stati verniciati in nero, come i cerchi e le molle egli ammortizzatori posteriori marcati Öhlins.

I Video di Motori.it

Nuova Ducati Panigale V2

Altri contenuti