Fiat Freemont alla Festa della Repubblica

Fiat sfilerà a Roma il 2 giugno con 70 esemplari del nuovo Suv, “ritoccati” con il logo Fiat per i 150 anni dell’Unità d’Italia.

Fiat sfilerà a Roma il 2 giugno con 70 esemplari del nuovo Suv, “ritoccati” con il logo Fiat per i 150 anni dell’Unità d’Italia.

In occasione della Festa della Repubblica in programma il 2 giugno a Roma, che vedrà la consueta sfilata della Forze Armate, Fiat prenderà parte all’evento schierando il suo “battaglione” di 70 esemplari di Fiat Freemont. Appena arrivata sul mercato – lo scorso week end porte aperte nelle concessionarie per far conoscere da vicino la nuova vettura – l’ultima nata di casa Fiat in collaborazione con Chrysler, guiderà i cortei delle delegazioni dei Capi di Stato che prenderanno parte alla manifestazione.

Tutti i 70 esemplari – guidati per l’occasione da autisti della Guardia di Finanza – saranno dotati di vetri oscurati e del logo Fiat per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia (rotondo con sfondo nero e con all’interno la scritta 150 in bianco e sotto una piccola bandiera tricolore). Le vetture – dotate dei motori diesel 2 litri Multijet da 140 e 170 cavalli – sono già state simbolicamente consegnate al Ministro degli Esteri Franco Frattini, nel cortile di onore alla Farnesina, a Roma. 

La partecipazione della casa torinese a eventi di questo tipo non è nuova. Già nel 2009 ad esempio Fiat aveva sponsorizzato il G8 dell’Aquila mettendo in campo 221 vetture tra automobili, veicoli elettrici, fuoristrada, veicoli commerciali e autobus. Ai diplomatici e alle cariche istituzionali in particolare erano state riservate le Lancia Delta nella versione Executive, vista anche nel dicembre 2008 a Parigi in qualità di Auto Ufficiale del 9° Summit Mondiale dei Premi Nobel per la Pace.

Fiat Freemont alla prova clienti Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Stellantis al Milano Monza Motor Show 2021
News

Stellantis al Milano Monza Motor Show 2021

Elettrificazione “per tutti” e nuovi servizi alla mobilità al centro della rassegna lombarda che costituisce un’importante manifestazione per la ripartenza dell’intera filiera automotive dopo l’emergenza sanitaria.