Stazioni di servizio ed e-commerce: i pacchi si potranno ritirare anche dal benzinaio

Le stazioni di rifornimento si preparano ad una piccola rivoluzione che farà risparmiare tempo e denaro ai consumatori.

Stazioni di servizio ed e-commerce: i pacchi si potranno ritirare anche dal benzinaio

di Francesco Donnici

17 Dicembre 2018

Le stazioni di servizio offriranno nel prossimo futuro sempre più servizi, a partire dalla consegna di pacchi, proprio come avviene in un ufficio postale. In un periodo storico dove l’e-commerce ha raggiunto una grande importanza negli acquisti, le stazioni di rifornimento cercano di stare al passo con i tempi offrendo nuovi e interessanti servizi in grado di far risparmiare tempo e denaro ai consumatori.

Questa operazione porta la firma di Nexive, realtà leader nel settore postale privato in Italia, e Assopetroli-Assoenergia, l’associazione che rappresenta oltre 12.000 punti vendita specializzati in prodotti petroliferi ed energetici. L’iniziativa partirà da una prima stazione di rifornimento situata nella città di Napoli che offrirà questo tipo di servizio a breve, come specificato nella nota ufficiale diramata da Nexive.

L’operatore postale privato ha battezzato il progetto con il nome di “InZona” ed in realtà non si tratta di una novità assoluta, perché è stato inaugurato circa due anni fa, nel 2016, sfruttando la diffusione capillare di edicole e altre attività commerciali. L’obiettivo era quello di dare nuovo respiro ad attività che stanno vivendo un periodo non proprio idilliaco – proprio come le edicole – e che per questo tipo di prestazione possono garantire orari più flessibili rispetto ai tradizionali uffici postali.

“Con il progetto ‘In Zona’, che oggi estendiamo anche alle stazioni di servizio, abbiamo introdotto nuove modalità per agevolare i cittadini nelle operazioni quotidiane legate al ritiro della propria corrispondenza, che sia una raccomandata o un acquisto fatto online. – ha dichiarato Luciano Traja, amministratore delegato di Nexive che ha aggiunto – Ad oggi, oltre ai 500 punti diretti su tutto il territorio nazionale abbiamo attive già un totale di 1400 tra edicole, cartolerie e tabaccherie”.

Secondo i dati ufficiali diffusi da Nexive, i giornalai hanno gestito fino ad oggi ben 3 milioni di corrispondenze, tra raccomandate e pacchi. Usufruendo di questo servizio è quindi possibile svolgere più compiti e commissioni contemporaneamente, risparmiando tempo prezioso che può essere dedicato a noi stessi e alle presone a cui vogliamo bene.

“Far evolvere la stazione di servizio in un polo multifunzionale a disposizione del cittadino è tra le priorità dell’associazione in questa fase di transizione. – ha dichiarato Andrea Rossetti, Presidente di Assopetroli-Assoenergia – Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una progressiva trasformazione dei punti vendita stradali da meri luoghi di rifornimento ad aggregatori di servizi eterogenei dedicati al consumatore.”