DS Automobiles sostiene Couleurs de Chine

Dal 7 dicembre 2018 al 15 gennaio 2019, il DS World Paris ospita Couleurs de Chine con la mostra dal sogno alla realtà. Sarà l’occasione per conoscere le tradizione del popolo Miao e non solo.

DS Automobiles sostiene Couleurs de Chine

di Tommaso Giacomelli

06 dicembre 2018

Grazie alla mostra Dal sogno alla realtà (Du rêve à la réalité), DS Automobiles porta avanti Couleurs de Chine con un doppio intento: il primo, far conoscere l’associazione umanitaria francese che lavora per favorire la scolarizzazione delle ragazze delle minoranze etniche della Cina meridionale, e come secondo promuovere il patrimonio culturale Miao.

Per questo motivo dal 7 dicembre 2018 al 15 gennaio 2019, il DS World Paris ospita Couleurs de Chine. I visitatori potranno scoprire la popolazione Miao con la sua esperienza e la sua tradizione millenarie e i 20 anni di attività della ONG. La mostra sarà formata da ritratti dell’artista Antoine Schneck, oggetti fatti a mano che illustrano tutta la maestria dei Miao in diversi campi, come l’artigianato del vimine, il ricamo e la produzione di tessuti. Inoltre, ci sarà spazio anche per creazioni contemporanee di Angel Chang, stilista Newyorkese, e Mariane Léger, artista del legno intarsiato, realizzate con tessuti prodotti sulle grandi montagne Miao. La mostra si trova al 33 di rue François 1er, a Parigi. L’ingresso è gratuito. I visitatori interessati a diventare sponsor o sostenitori potranno avere tutte le informazioni necessarie in loco oppure visitando il sito di Coulers de Chine.

“Sulle grandi montagne Miao, ogni famiglia che incontro vive in uno stato di estrema povertà. È necessario che in questi villaggi, ogni bambina abbia la possibilità di studiare e costruirsi un futuro”disse Françoise Grenot-Wang, fondatrice di Couleurs de Chine. Vent’anni dopo queste parole sono ancora le fondamenta di quest’associazione umanitaria che si impegna a garantire un’educazione scolastica alle ragazze Miao. Couleurs de Chine sostiene un popolo dal patrimonio culturale eccezionale, fatto di tradizioni e competenze che si tramandano da secoli. I risultati ottenuti ad oggi da questa ONG, che ha più di 2.500 sostenitori e una trentina di sponsor, si conta in più di 12.000 bambini che hanno potuto frequentare la scuola primaria e alcuni sono riusciti a proseguire gli studi fino all’università.

Tutto su: DS