Fa incetta di infrazioni al CdS e di punti patente: multa da migliaia di euro e auto sequestrata

… Anche perché il veicolo non era nemmeno assicurato. L’episodio è avvenuto la scorsa notte a Torino, proprio sotto gli occhi degli agenti della polizia municipale.

“En plein” di infrazioni al Codice della Strada per un giovane automobilista di Torino. E non soltanto non ha vinto alcuna bambolina, ma si è visto appioppare dalla polizia municipale tanti di quei verbali da fargli passare per un bel pezzo la voglia di “trasgressione”. Il singolare episodio (“singolare” per l’entità delle multe e delle contravvenzioni accessorie) è avvenuto, la scorsa notte, nella periferia nord di Torino.

Un automobilista 29enne, italiano, verso le 2,30 di notte ha collezionato, nell’ordine (e tutto, come riporta una news pubblicata da La Repubblica, sotto gli occhi degli stessi agenti di polizia locale), ben cinque violazioni al Codice della Strada in un colpo solo: ha attraversato un semaforo rosso, “a tutta velocità”, lungo corso Vercelli nei pressi dell’incrocio con via Oxilia; procedeva a fari spenti; per di più, era con un telefono cellulare in mano; non indossava la cintura di sicurezza.

In totale, facendo un rapido calcolo, il passaggio con il “rosso” gli costerà 200 euro e 6 punti in meno dalla patente; i fari spenti, “pesano” per 335 euro; la guida col cellulare in mano gli è costata ulteriori 646 euro ed altri punti in meno; 323 euro per non avere allacciato la cintura di sicurezza, e 5 punti. È tutto? Non proprio: all’appello, mancava la scoperta che la vettura non era assicurata, e giù altri 3.170 euro nonché l’immediato sequestro del veicolo.

Un conto ben salato, e che l’improvvido “trasgressore” non dimenticherà molto facilmente. Non fosse altro per il fatto che gli agenti sono riusciti a bloccare l’automobilista soltanto dopo un breve inseguimento.

Altri contenuti