Nel 1962 la DS 19 Décapotable portò ad Hollywood il brand Citroen

L’occasione arrivò con il film “Il visone sulla pelle” di Delbert Mann in cui recitarono Cary Grant e Doris Day e dove la Citroen fu protagonista.

Ci sono film che hanno talmente tanti elementi di qualità da finire inevitabilmente nella lista delle pellicole da premiare, come “Il visone sulla pelle”, girato del regista statunitense Delbert Mann nel 1962, che si aggiudicò un Golden Globe e tre candidature agli Academy Award come miglior regia, miglior suono e miglior sceneggiatura originale.

D’altra parte, con un cast formato da Cary Grant e Doris Day e con la bellissima DS19 Décapotable firmata da Flaminio Bertoni era inevitabile. Infatti, a fianco dei due attori che impersonavano, rispettivamente, un ricco e sofisticato industriale ed una semplice ragazza di campagna, c’era la bellissima vettura del Double Chevron nell’esclusiva tinta Gris Sahara.

L’auto in questione, destinata a Cary Grant, arrivò insieme ad una vettura gemella da Parigi con un volo speciale dell’Air France allestito grazie ad un Lockheed Super Constellation.

La linea della DS19 Cabriolet, così elegante e affilata, offriva un netto contrasto con l’opulenza delle automobili americane di quegli anni, tanto da portare l’architetto italiano Giò Ponti a dichiarare che la “nuova Citroen non abbaglia i suoi acquirenti con cromature e sgorbi policromi fatti per mascherare la linea, come fanno le vetture americane, ma al contrario ha una forma bellissima e perfettamente funzionale, perché la scuola europea -di cui la DS19 è una bandiera- è la tecnica”!

Comunque, la bellezza della vettura colpì nel segno, tanto che a Hoolywood ed in California ci fu una buona richiesta di DS, sia nella variante berlina che Cabriolet. Infatti, furono diversi gli attori celebri ed i grandi registi che acquistarono delle DS e, successivamente, anche molte SM, tra di loro è doveroso annoverare Francis Ford Coppola, che tutt’oggi possiede due berline DS che usa quasi quotidianamente.

Stellantis al Milano Monza Motor Show 2021 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti

Elettrificazione “per tutti” e nuovi servizi alla mobilità al centro della rassegna lombarda che costituisce un’importante manifestazione per la ripartenza dell’intera filiera automotive dopo l’emergenza sanitaria.