La ruota che si trasforma in cingolo: ecco il video

Un gruppo di ricerca della Carnegie Mellon University ha progettato un tipo di ruota che, in funzione delle esigenze di avanzamento del veicolo, in due secondi assume le sembianze di “mini cingolo”.

Quando si devono tracciare “nero su bianco” le linee-guida per la progettazione di un veicolo militare “multi-purpose” in grado di superare qualsiasi ostacolo, anche quelli maggiormente impegnativi, nella mente dei progettisti sorge un dilemma: come fare per collimare le necessità di avanzamento sui terreni più “estremi” e, nello stesso tempo, garantire un equivalente handling dinamico del veicolo in condizioni di guida più “normali”? Si potrebbero, in primo luogo, utilizzare gruppi ruota “convenzionali”, e il gioco sarebbe fatto. E però, in questo caso, qualora l’avanzamento del veicolo dovesse avvenire in situazioni-limite (come, ad esempio, il suo impiego in zone di guerra) il rischio di rimanere bloccati potrebbe causare conseguenze fatali per l’equipaggio.

Per venire incontro a queste ben specifiche esigenze, ecco farsi avanti le nuove tecnologie in fatto di robotica. Un pool di ricercatori che operano nel Robotics Engineering Center della Carnegie Mellon University ha progettato una ruota che, in funzione delle condizioni del fondo stradale, in due secondi è in grado di trasformarsi in una sorta di “cingolo” (pur mantenendo inalterato il battistrada) e, quindi, offrire al veicolo che ne viene equipaggiato la forza motrice necessaria a superare qualsiasi ostacolo stradale.

L’inedito sistema, battezzato “Reconfigurable Wheel Track”, viene illustrato in una sequenza video, che illustra come fra le peculiarità di questa tecnologia di ruota ci sia la possibilità di modificare le proprie caratteristiche anche in movimento. Del resto, il progetto sarebbe stato espressamente chiesto dalla DARPA-Defense Advanced Research Projects Agency. Potrebbe quindi trovare concreta applicazione, nel futuro.

Altri contenuti