Lancio col paracadute in auto: impresa riuscita, ma veicolo totalmente distrutto. Ecco il video

Cinque ragazzi del Team Mission X hanno dimostrato come sia tecnicamente possibile lanciarsi da un aereo, seduti nell’abitacolo di un’autovettura: è sufficiente avere il fegato di sopportare che, alla fine, ciò che resta del veicolo sarà ben poca cosa…

Ci sono molte soluzioni per demolire un’autovettura: chi attende che il veicolo giunga a fine vita per obsolescenza dei suoi componenti (il tipo paziente); chi “collauda” l’auto nelle più impegnative condizioni (l’avventuroso); chi lo impiega come “mulo da soma”, e per esigenze di lavoro ne fa un utile strumento professionale (l’instancabile). Decisamente inconsueto, invece, è chi approfitta della propria passione per gli sport più impegnativi, per dimostrare come l’automobile possa accompagnare gli spiriti più ardimentosi anche nello svolgimento di imprese più uniche che rare.

Del resto, non accade tutti i giorni di vedere un gruppo di persone lanciarsi col paracadute… ma tranquillamente seduti nell’abitacolo di un’auto. Toccare terra, e poi, osservato ciò che resta del veicolo, riflettere che forse è arrivato il momento di… una sosta dal demolitore. È quanto avvenuto recentemente in Arizona: i ragazzi del Team Mission X, una squadra di enthusiast del volo “a corpo libero”, hanno dimostrato che tutto ciò è possibile. E hanno immortalato la singolare esperienza, conclusa con un pieno successo, in un video.

La sequenza ha registrato le fasi salienti dell’”operazione-lancio”: cinque persone si trovano all’interno di una vecchia cabriolet, trasportata da un aereo. Una volta raggiunta la quota sufficiente a determinare il “tuffo” in tutta sicurezza, ecco lo sgancio: la variopinta co-protagonista del progetto si libra nell’aria; uno alla volta, gli allenatissimi ragazzi di Mission X saltano dall’abitacolo e proseguono il rispettivo volo verso il suolo.

L’esperimento si conclude felicemente per tutti, un po’ meno… per la vettura. Alla quale, in ogni caso, vengono tributati gli onori che si devono alla vera protagonista dell’impresa. E gli ultimi fotorammi del video sono tutti per lei, la vecchia cabriolet che ha concluso il proprio “ciclo di vita” in un modo sicuramente rocambolesco, ma altrettanto unico.

 

Altri contenuti