Pagani Zonda PS 760: hypercar… col botto!

L’unico esemplare costruito della supercoupé modenese dalla livrea blu è stato protagonista di una uscita di strada. L’incidente è avvenuto in Gran Bretagna. Illeso il conducente, vistosamente danneggiata la vettura.

Non capita tutti i giorni di vedere una supercar uscire malconcia da uno “svarione”: figuriamoci se la vettura in questione è una “one-off”. Eppure, è quanto avvenuto nelle scorse ore, in Gran Bretagna. Protagonista del clamoroso incidente – peraltro conclusosi senza alcun danno per il conducente: la stessa cosa, come vedremo, non può dirsi per la vettura -, l’unica unità costruita di Pagani Zonda PS 760, versione allestita sulle specifiche di un appassionato di oltremanica (Peter Saywel), nel 2013 aggiornata nell’attuale tinta carrozzeria in blu, nell’adozione di un nuovo alettone posteriore e un altrettanto nuovo bodykit.

L’episodio è accaduto lungo la superstrada A27 che collega Southampton a Brighton. La specialissima linea della Pagani Zonda PS 760, forse a causa dell’asfalto viscido a causa della pioggia che – pare – ha causato la perdita di controllo da parte del conducente e ha portato la supercar modenese ad urtare entrambi i guardrail a sinistra e a destra della carreggiata, è rimasta vistosamente danneggiata nella zona anteriore (con distacco dell’intero “muso”) e nel posteriore.

Per lo “sfortunato” esemplare unico, adesso ci sarà un periodo di ricovero presso la factory di San Cesario sul Panaro, dove gli artigiani Pagani provvederanno a ripristinare le conseguenze del “botto”. Magari, il proprietario deciderà di aggiornarne ulteriormente il corpo vettura.

Pagani Zonda Revolucion al Motor Show 2014 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti