Fca e Hyundai-Kia verso la fusione?

L’indiscrezione è di quelle clamorose ed è stata riportata nei giorni scorsi da Asia Times. Sergio Marchionne non lascerebbe Fca prima di spingerla verso la fusione con Hyundai-Kia.

L’indiscrezione è di quelle clamorose ed è stata riportata nei giorni scorsi da Asia Times. Sergio Marchionne non lascerebbe Fca prima di spingerla verso la fusione con Hyundai-Kia.

Una operazione che vedrebbe la benedizione dell’amministrazione Trump, ben felice di vedere l’approdo sul mercato statunitense di due marchi della Sud Corea, fedele alleata Usa.

Il presidente americano, sempre secondo Asia Times, avrebbe invece storto il muso di fronte all’idea dell’acquisizione di Fiat Chrysler da parte del marchio cinese Great Wall. L’affare è alla fine comunque saltato perché Great Wall non aveva abbastanza liquidità per concludere l’operazione, per la gioia di Trump, nemico giurato della Cina.

In generale, una eventuale fusione Fca-Hyundai potrebbe avere diversi aspetti positivi. Tra questi, una minore sovrapposizione produttiva e distributiva con centinaia di posti di lavoro messi in salvo. Marchionne punterebbe a costruire un marchio forte, in grado di costruire l’auto del futuro: elettrica ed a guida autonoma.

Altri contenuti