Benzina più cara in autostrada, ecco perché

Perché la benzina in autostrada costa di più? Rimpallo di responsabilità tra gestori e società autostrade

Perché la benzina costa di più in autostrada? Un rimpallo di responsabilità tra benzinai e società autostrade è stato raccolto da La Stampa, che ha ascoltato i protagonisti di un mistero che attanaglia da sempre i portafogli degli automobilisti italiani.

Stefano Cantarelli, presidente della rete autostradale della Federazione Italiana Gestori Impianti Stradali Carburanti, spiega che “il costo d’esercizio è più alto, visto che il personale deve essere garantito 24h, non basta certo la pompa automatica. Inoltre, pesano le royalties che incidono per 12-13 centesimi su ogni litro. La verità è che andrebbe ripensata l’intera rete. I distributori sono troppi, credo ci voglia un taglio del 30%”.

Questa invece l’opinione di Luca Ungaro, vicepresidente esecutivo di Autostrade per l’Italia e responsabile delle aree di servizio. “Con il biennio 2015-2016 abbiamo rinnovato i contratti con il 75% delle aree. Oggi le royalties valgono il 4% del prezzo al litro. Quanto alle gare per l’assegnazione delle aree di servizio, queste vengono condotte direttamente dalle compagnie petrolifere che eventualmente le danno ai gestori. La differenza tra autostrade e rete normale si sta abbassando, anche il Codacons farà presto una comunicazione in merito”.

I Video di Motori.it

Auto e Moto d’Epoca: aspettando l’apertura…

Altri contenuti