Il Tom Tom? Tutto nelle cellule cerebrali

Andrea Barbieri Carones
27 Marzo 2010
Il Tom Tom? Tutto nelle cellule cerebrali

Studiosi statunitensi hanno individuato dei neuroni cerebrali che aiutano l’automobilista a orientarsi senza bisogno del Tom Tom.

Studiosi statunitensi hanno individuato dei neuroni cerebrali che aiutano l’automobilista a orientarsi senza bisogno del Tom Tom.

Sinistra o destra? Prima o dopo la chiesa? Non si tratta di comprensibili dubbi amletici su chi votare alle elezioni ma momenti di indecisione di alcuni automobilisti alle prese con strade sconosciute o di cui non ci si ricorda, prima che inventassero i navigatori.

Attenzione: non è una questione di sesso maschile o femminile né di intelligenza ma semplicemente di “neuroni navigatori“, ossia di quelle cellule del cervello che ci aiutano a capire quale direzione dobbiamo prendere. Già, perché sono stati individuati da alcuni studiosi dell’università di Philadelphia che subito sono stati scherzosamente ribattezzati  “neuroni Tom Tom“, che hanno molto in comune con il navigatore installato in auto dato che integrano le informazioni codificate dai “neuroni di posizione” e aiutano a capire il senso di un percorso.

Questi neuroni si attivano espressamente, come un navigatore satellitare, a seconda della direzione del nostro moto, mentre i neuroni di posizione ci aiutano a localizzarci nello spazio.

Gli sudiosi hanno scoperto la loro esistenza facendo compiere un viaggio con un “taxi-virtuale” a un gruppo di pazienti che portavano alcuni elettrodi nel cervello, che hanno mostrato che un gruppo di questi neuroni di direzione si accende quando il taxi virtuale è guidato in senso orario su una strada circolare cittadina; se la guida è in senso antiorario, invece, i neuroni rimangono spenti, permettendoci di capire se la direzione presa è quella giusta.[!BANNER]

D’ora in avanti, sarà scortese – oltre che inutile – prendersela con la propria moglie o il proprio marito in caso di smarrimento in auto, dato che è tutta colpa della presenza di certe piccole cellule.

Lo studio, comunque, non ha escluso che si possa ricorrere all’utilizzo di altre cellule cerebrali, che aiutano l’automobilista a vincere la ritrosia di chiedere informazioni ai passanti. Questo argomento, però, è un terreno minato che è meglio riservare alle discussioni coniugali.

Seguici anche sui canali social

Annunci Usato

  • peugeot-208-puretech-100-stopstart-eat8-5-porte-active-2
    19.200 €
    PEUGEOT 208 PureTech 100 Stop&Start EAT8 5 porte Active
    Benzina
    18.000 km
    02/2020
  • jaguar-xe-2-0-d-turbo-180cv-aut-prestige-5
    17.900 €
    JAGUAR XE 2.0 D Turbo 180CV aut. Prestige
    Diesel
    93.000 km
    10/2015
  • fiat-500x-cross-1-6-multijet-130cv-my21-10
    23.990 €
    FIAT 500X Cross 1.6 MultiJet 130cv MY21
    Diesel
    04/2022
  • fiat-panda-1-2-dynamic-natural-power-84
    3.200 €
    FIAT Panda 1.2 Dynamic Natural Power
    Benzina/Metano
    152.000 km
    04/2008
  • bmw-x5-3-0d-cat-futura-9
    10.900 €
    BMW X5 3.0d cat Futura
    Diesel
    191.000 km
    06/2008
  • fiat-500x-cross-1-6-multijet-130cv-my21-9
    23.990 €
    FIAT 500X Cross 1.6 MultiJet 130cv MY21
    Diesel
    04/2022
  • fiat-500x-cross-1-6-multijet-130cv-my21-8
    23.990 €
    FIAT 500X Cross 1.6 MultiJet 130cv MY21
    Diesel
    04/2022
  • fiat-500x-cross-1-6-multijet-130cv-my21-4
    23.990 €
    FIAT 500X Cross 1.6 MultiJet 130cv my21
    Diesel
    04/2022
  • fiat-500x-cross-1-6-multijet-130cv-my21-2
    23.990 €
    FIAT 500X Cross 1.6 MultiJet 130cv MY21
    Diesel
    04/2022

Ti potrebbe interessare anche

page-background