Peugeot 305: la paladina della sicurezza compie 40 anni

Nel 1977 debuttava la Peugeot 305, berlina tre volumi che introduceva numerose novità nel campo della sicurezza.

Peugeot 305: la paladina della sicurezza compie 40 anni

di Francesco Donnici

11 aprile 2017

Nel 1977 debuttava la Peugeot 305, berlina tre volumi che introduceva numerose novità nel campo della sicurezza.

Nel 1977, esattamente 40 anni fa, debuttava la Peugeot 305, una classica berlina media tre volumi che andava ad inserirsi in un segmento molto in voga alla fine degli anni ’70. La 305 si poneva come l’anello di congiunzione tra lo stile che caratterizzò i modelli della Casa del Leone fino a quel momento e il design che avrebbe distinto i modelli degli anni futuri.

Realizzata da Pininfarina, la linea di 305 sfoggiava stilemi classici mescolati ad un look decisamente più dinamico e moderno, inoltre il suo design era frutto di un attento studio ingegneristico sviluppato per aumentare la sicurezza passiva, grazie all’introduzione di frontale e coda collassabili in caso di urto in modo da assorbire la violenza dell’impatto. Come se non bastasse, la vettura vantava anche delle barre di protezione laterale e un serbatoio rinforzato per resistere agli urti ed scongiurare il pericolo di incendi. Sia il design che i componenti studiati per la sicurezza visti sulla 305 trovarono ispirazione sul prototipo VSS (Véhicule Synthése Sécurité), svelata tre anni prima, ovvero nel giugno del 1974.

In un primo momento, la 305 poteva essere abbinata alle motorizzazioni  a benzina  1.290 cc da 65 CV e 1.472cc da 74 CV, mentre in seguito  debuttarono la variante sportiva “GT” con motore 1.905 cc da 105 CV e le Diesel da 49 o 65 CV. L’offerta della berlina transalpina si ampliò ulteriormente nel 1980 con l’arrivo della versione station wagon denominata Break che si distingueva per l’uso di sospensioni posteriori con [glossario:ammortizzatori] orizzontali che permettevano di offrire  un vano regolare e una soglia di carico molto bassa.

La 305 fu prodotta fino al luglio 1988 (berlina), raggiungendo quota 1.649.177 esemplari.