F1: la triste morte di Lorenzo Bandini

Durante il GP di Monaco, è rimasto nell’auto incidentata quando tutti pensavano fosse caduto in mare.

Durante il GP di Monaco, è rimasto nell’auto incidentata quando tutti pensavano fosse caduto in mare.

Tra le tragedie che hanno colpito la F1, quella di Lorenzo Bandini è rimasta sicuramente nella storia per quell’epilogo drammatico, che ha visto il pilota morire a causa di una straziante agonia. Era il 10 maggio 1967, ma l’eco di quella fine, che ha colpito tutti gli appassionati, è ancora nell’aria.

Il fatto è che Lorenzo Bandini, con il suo talento, ha incarnato il sogno di molti: partito dal basso, è stato prima meccanico e poi pilota, e che pilota, con grandi successi nelle ruote coperte e una sfortuna, tremenda, in F1. Ma nel 1967 sentiva che qualcosa stava cambiando, era determinato, fino a quell’incontro con il destino che l’ha portato via.

La tragedia è avvenuta in occasione del gran premio di Monaco, uno dei più difficili, da sempre, la sua Ferrari prese fuoco dopo lo scontro con una bitta presso la chicane del porto, tutti pensavano che fosse finito in mare, e invece era rimasto all’interno della monoposto che bruciava. Poi la lunga agonia in ospedale, dove i medici non riuscirono a salvarlo per via delle sue condizioni disperate.

Una fine terribile, per uno dei piloti più amati, un epilogo triste e drammatico, che in molti ricordano e che colpisce anche le nuove generazioni, che vanno alla ricerca di una F1 più autentica rispolverando le grandi storie sportive del passato.

Ferrari al MIMO 2021 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Ferrari Portofino M

Altri contenuti
Ferrari F8 by Novitec: 802 CV bastano?
News

Ferrari F8 by Novitec: 802 CV bastano?

La factory del Baden-Württemberg, ben conosciuta dai super-appassionati di modelli ad elevatissime prestazioni, aggiorna il proprio catalogo di elaborazioni dedicate alla “Ottovù” più potente di sempre.