L’abolizione del bollo auto conviene davvero?

L’abolizione della tassa potrebbe essere un bluff per chi percorre oltre 20 mila chilometri in un anno.

L’abolizione della tassa potrebbe essere un bluff per chi percorre oltre 20 mila chilometri in un anno.

L’abolizione del bollo auto conviene davvero? Gli oltre 6 miliardi di mancato gettito verrebbero recuperati con un aumento delle accise sui carburanti di 0,16 euro al litro.

Chi sarebbe avvantaggiato da questa opportunità sarebbero sicuramente i possessori di auto di grossa cilindrata che percorrono pochi chilometri. Chi supera i 20.000 chilometri all’anno, invece, si troverebbe in una situazione non certo conveniente.

Le auto a Gasolio di 1900 di cilindrata pagano per il momento 227 euro all’anno di bollo, se si superano i 20 mila chilometri l’effetto del beneficio verrebbe a mancare spendendo molto di più in benzina. Stessa cosa anche per le auto di cilindrata 1600 a benzina che pagano 199 euro di bollo.

 

Secondo la Cgia, la proposta dell’abolizione del bollo rischia di penalizzare in ogni caso chi utilizza l’auto per lavoro come i tassisti, gli autonoleggiatori, agenti di commercio e piccoli trasportatori. 

I Video di Motori.it

Auto e Moto d’Epoca: aspettando l’apertura…

Altri contenuti
Imola: 3 gare della Ferrari da dimenticare
Formula 1

Imola: 3 gare della Ferrari da dimenticare

Una vittoria che lascia molti tifosi con l’amaro in bocca; un pauroso incidente che avrebbe potuto avere conseguenze tragiche; un doppio ritiro: tre episodi che, per alcuni aspetti, sono da archiviare fra le giornate-no per le “Rosse”.