Tata H2X Concept, l’anteprima al Salone di Ginevra 2019

Il prototipo di crossover da città targato Tata porta al debutto la nuova filosofia stilistica Impact 2.0.

Tata H2X Concept, l’anteprima al Salone di Ginevra 2019

di Francesco Donnici

07 Marzo 2019

Sull’importante palcoscenico del Salone di Ginevra 2019 (7-17 marzo), Tata ha svelato l’inedita H2X Concept, futuristico prototipo di SUV dalle dimensioni compatte che si distingue per il nuovo linguaggio stilistico battezzato Impact 2.0. Basato sul nuovo pianale denominato “Alfa” (Agile Light Flexible Advanced), la Tata H2X Concept misura appena 384 cm di lunghezza e risulta ideale per un uso prevalentemente urbano.

Esteticamente sfoggia un corpo vettura decisamente alto e squadrato, con l’obiettivo di offrire un generoso spazio interno – nonostante le dimensioni esterne estremamente contenute – studiato per ospitare quattro passeggeri nella massima comodità. Per accedere all’interno dell’abitacolo si possono utilizzare le quattro portiere laterali, tutte prive di cornice. Al posto di guida o di quello del passeggero è possibile apprezzare la futuristica plancia decisamente minimale e praticamente priva di pulsanti fisici. Dietro il piccolo volante a forma di cloche d’aereo troviamo un ampio doppio display che si estende in orizzontale fino alla console centrale. La parte di fronte il guidatore del grande schermo – che risulta ampiamente settabile – funge da strumentazione digitale e offre le principali informazioni relative alla guida. La parte destra del display mette invece a disposizione le informazioni dedicata all’impianto di infotainment che permette di controllare le funzioni della navigazione satellitare connessa, dell’impianto audio e della connettività per smartphone.

Sul tunnel centrale troviamo la leva dedicato al cambio automatico e poco sopra i comandi touch della climatizzazione a controllo elettronico. Decisamente originali e alla moda le bocchette dell’aereazione dalla forma quadrangolare denominate “Coanda”, messe in bella mostra sulla plancia. Il Costruttore indiano non ha diffuso i dati tecnici relativi a questo city-crossover, ma è lecito immaginare l’uso di una meccanica di tipo ecosostenibile.

A proposito di SUV, Tata ha svelato a Ginevra anche il crossover di medie dimensioni declinato nelle versioni Buzzard e Buzzard Sport. Il primo vanta una configurazione sette posti grazie ad una lunghezza maggiore di 6 cm, mentre il secondo può contare su cinque posti e una connotazione più sportiva. Entrambe le varianti sono state realizzate sfruttando la nuova piattaforma Omega, sviluppata in collaborazione con Jaguar Land Rover (Gruppo che fa parte dell’orbita Tata stessa).

Tutto su: TATA, Salone di Ginevra