Skoda Vision RS: ecco gli interni della concept car

Primi dettagli sul design e sugli innovativi rivestimenti scelti dai creativi di Malada Boleslav per l’abitacolo di Skoda Vision RS, prototipo che abbina sportività e sostenibilità.

Skoda Vision RS: ecco gli interni della concept car

di Francesco Giorgi

06 settembre 2018

Ad un mese esatto dall’anteprima, fissata all’imminente Salone di Parigi 2018 (in programma dal 4 al 14 ottobre), e dopo i primi render – resi noti nei giorni scorsi -, Skoda rilascia ulteriori dettagli di Vision RS Concept, prototipo che verrà svelato al grande pubblico al “Mondial de l’Automobile” e chiamato ad una nuova definizione dei linguaggi di stile per Mlada Boleslav, ed in special modo relativamente alle prossime novità in chiave sportiva, uno dei punti cardine sui quali da tempo i vertici del marchio boemo puntano i propri riflettori, in ossequio allo stretto legame di immagine, fra produzione e competizioni, ben conosciuto dagli appassionati di motorsport.

Fedelmente all’impostazione particolarmente “muscolosa” e dinamica del corpo vettura evidenziata dai primi sketch frutto delle “matite” del Centro Stile Skoda guidato da Oliver Stefani, gli interni di Vision RS Concept, espressi in queste ore attraverso nuovi render, confermano l’indole sportivamente hi-tech del prototipo che vedremo a Parigi 2018, inserita in un ambiente dai particolari giochi luminosi. Più in dettaglio, sono da segnalare i sedili di profilo anatomico inseriti in un modulo-abitacolo suddiviso in senso longitudinale da un ampio tunnel centrale e sottolineato da una serie di accenti in cristallo e fibra di carbonio, che concorrono ad amplificare l’appeal visivo che scaturisce dall’incontro fra elementi di differente natura, peraltro tutti orientati verso il motorsport (del resto, la sigla RS della inedita concept Skoda indica, in maniera chiara, l’appartenenza filologica del prototipo alla longeva dinastia “Rally Sport” di Mlada Boleslav, iniziata a metà anni 70 con i prototipi RS180 ed RS200 e, sul fronte-produzione, avviata nel 2000 con il lancio di Octavia RS).

Il render di anteprima permette, a questo proposito, di osservare un interessante disegno del quadro strumenti, in fibra di carbonio e dalla forma allungata, che si rifà stilisticamente alla calandra. A loro volta, frutto di un attento lavoro manuale, realizzato dagli artigiani di Lasvit, specializzati nelle lavorazioni del cristallo, sono gli accenti di decorazione, creati con l’impiego di questo materiale. Una esclusiva animazione grafica “RS”, illuminata da effetti di luce che interagiscono con il sistema di infotainment a display touch, viene inserita negli elementi della strumentazione.

Una struttura “space frame” mette in evidenza la consolle centrale (anche in questo caso, realizzata in fibra di carbonio) di Skoda Vision RS, dal personale disegno che si estende fino ad integrare la leva del cambio automatico DSG a comando elettrico. Proprio l’esteso utilizzo del carbonio, materiale di origine spiccatamente “racing”, si riscontra in numerose altre parti dell’abitacolo di Skoda Vision RS: dai particolari di decorazione dei pannelli porta ai sedili. Altrettanto “corsaiolo” è il particolare design scelto per le maniglie porta, la cui forma ricorda molto quella utilizzata nelle vetture da competizione. Un dettaglio “Simply Clever” esclusivo di Skoda è individuabile nell’adozione di specifiche fascette elastiche in gomma per trattenere al meglio il contenuto dei vani portaoggetti.

Una particolare attenzione alla sostenibilità ambientale, infine, deriva dall’impiego di poliestere riciclato per le fibre degli elementi in fibra di carbonio, mentre il rivestimento dei sedili utilizza Alcantara realizzato con tecniche a basso impatto ambientale.

Tutto su: Skoda