Volkswagen Golf GTI TCR Concept: dalla pista alla strada

Anteprima, al Wörthersee Meeting, della versione “stradale” di Golf GTI TCR, modello sviluppato per l’impiego agonistico e che debutterà sul mercato entro fine 2018.

Volkswagen Golf GTI TCR Concept: dalla pista alla strada

di Francesco Giorgi

11 maggio 2018

L’iniziativa si rinnova dal 1981: anno dopo anno, per gli appassionati e possessori delle declinazioni “high performance” prodotte dal Gruppo VAG-Volkswagen Audi, maggio punta i riflettori sulla regione austriaca della Carinzia: è lungo le rive del lago Wörth che, ad ogni primavera, va in scena il Wörthersee Meeting, kermesse dedicata a VolkswagenAudiSeat e Skoda e alle relative edizioni speciali. Da diverse edizioni, inoltre, il parterre delle “special” private si arricchisce con la presenza ufficiale dei “brand” che fanno capo a Volkswagen.

Il Wörthersee Meeting 2018 conferma tutto questo: al raduno austriaco, in programma fino a domani (venerdì 12 maggio), accanto alla inedita Golf Variant TGI GMotion, equipaggiata con la unità motrice a doppia alimentazione benzina-metano 1.5 TGI da 131 CV, cambio a sette rapporti con comando doppia frizione, trazione integrale e una esclusiva connotazione estetica, VW svela una variante aggiornata, e destinata ad impieghi stradali, di Golf GTI TCR: proprio la sigla della “super-Golf” annunciata in una prima serie dedicata alle competizioni (la Tcr International Series, campionato Turismo internazionale partito ufficialmente nel 2015, e nel quale Golf TCR ha riportato due titoli assoluti) due anni fa e, oggi, pronta ad essere declinata in chiave commerciale.

Nel dettaglio, Volkswagen Golf GTI TCR Concept che in questi giorni fa bella mostra di se al Wörthersee Meeting 2018 rappresenta una versione pre-serie della vettura che debutterà in Europa entro fine 2018: caratterizzata dagli atout di design specifico, elevata potenza e adeguate prestazioni che, indica Volkswagen in una nota introduttiva diffusa in queste ore insieme ad una serie di immagini di anteprima, contribuiscono a costruirne l’identità, Golf GTI TCR Concept porta in dote un nutrito ventaglio di aggiornamenti, operati dai tecnici di Wolfasburg con l’obiettivo di sviluppare un veicolo dalle caratteristiche marcatamente “corsaiole”.

La diretta derivazione da VW Golf GTI 350 CV che prende parte al campionato Tcr viene evidenziata da un “look” da gara nel quale spiccano un nuovo paraurti anteriore arricchito con dettagli in nero lucido alle prese d’aria (a loro volta sviluppate in funzione di un efficiente coinvogliamento dell’aria verso i radiatori supplementari dell’acqua), uno splitter simile a quello che equipaggia le vetture impiegate in pista, inedite appendici sottoporta che si raccordano con un nuovo diffusore inferiore nel quale vengono inseriti i terminali di scarico. La connotazione aerodinamica si completa con uno spoiler posteriore, funzionale a conferire ulteriore downforce al corpo vettura. Relativamente alle tinte carrozzeria, Volkswagen Golf GTI TCR porta al debutto una nuova nuance Pure Grey, che andrà ad aggiungersi alle “tradizionali” tonalità GTI: Pure White, Rosso Tornado, Deep Black effetto perla e Oryx White effetto madreperla. Inoltre, in abbinamento con i colori Pure Grey, Pure White e Rosso Tornado sarà disponibile – a richiesta – la finitura in nero a contrasto per il tetto: un dettaglio marcatamente “racing” che si abbina alla medesima colorazione utilizzata per i gusci degli specchi retrovisori esterni, ad effetto opaco, e per i monogrammi “TCR”. Sempre in opzione, Volkswagen Golf GTI TCR potrà essere abbellita con una esclusiva decorazione “GTI” dal motivo a nido d’ape per ciascuna fiancata. Per i gruppi ruota di Golf GTI TCR, Volkswagen ha scelto un set di cerchi da 18” “Belvedere” a finitura forgiata; in alternativa saranno disponibili, a richiesta, inediti cerchi da 19”. L’impianto frenante, adeguato alle caratteristiche ultrasportive della vettura, prevede dischi forati con pinze e pastiglie dedicate.

L’abitacolo di Volkswagen Golf GTI TCR presenta nuovi sedili semi-anatomici dal rivestimento in microfibra e tessuto creato specificamente per questo modello, rivestimenti anch’essi in microfibra per gli inserti nei pannelli porta e per la leva del cambio, volante sportivo rivestito in pelle stampata a “ore 3” e “ore 9” e arricchito dalla tacca rossa “a ore 12” marcatamente racing; il medesimo tema cromatico viene ripreso nei bordini in rosso per le cinture di sicurezza e per la leva del cambio.

Sotto il cofano, Volkswagen Golf GTI TCR viene equipaggiata con la consueta unità 2.0 TSI che da tempo fa parte delle proposte di motorizzazione high performance di media gamma VAG, abbinata al cambio DSG doppia frizione a sette rapporti con differenziale multifunzione a controllo elettronico: è lo stesso che equipaggia Golf GTI Performance, e che offre tre modalità di guida – Eco, Normal, Sport e Individual, quest’ultima caratterizzata da una specifica taratura di sterzo, risposta del motore e cambio, nonché della regolazione adattiva del DCC a richiesta – per l’ottimizzazione di trazione e handling nelle fasi di curva ad elevata velocità. Fra le caratteristiche esclusive di engineering operate a Wolfsburg in funzione del pieno utilizzo della vettura, l’adozione di due radiatori supplementari dell’acqua (gli stessi della poderosa VW Golf R) e, anche in questo caso a richiesta, l’impianto di scarico Akrapovic in titanio. La potenza erogata dal 2.0 TSI oggetto di un adeguato upgrade da parte dei tecnici VW è di 290 CV da 5.000 a 6.800 giri/min, per una coppia massima nell’ordine di 370 Nm disponibili fra 1.600 e 4.300 giri/min.

Così equipaggiata, la imminente Vollkswagen Golf GTI TCR promette valori prestazionali di assoluto rilievo: su tutti, spicca la velocità massima, 250 km/h, che potrà aumentare a 264 km/h se si ordinerà l’eliminazione del limitatore.

Per i clienti che desiderino regalarsi una vettura dalle caratteristiche ancora più “spinte”, la nuova Volkswagen Golf GTI TCR svelata in questi giorni al Wörthersee Meeting 2018 potrà infatti essere equipaggiata con un “pacchetto” finalizzato ad amplificarne l’immagine e a ottimizzarne la potenza intervenendo su assetto, ruote e meccatronica: il “kit” sviluppato da VW per Golf GTI TCR prevede, nell’ordine, l’eliminazione del limitatore di velocità massima, l’adozione dei cerchi da 19”, un set di sospensioni ribassate (-20 mm), il telaio sportivo e la regolazione adattiva dell’assetto DCC che, attraverso un pulsante dedicato, modifica la risposta degli ammortizzatori a regolazione elettronica e offre al conducente la possibilità di scegliere una taratura più sportiva, “standard” o maggiormente orientata al comfort di marcia, a seconda delle esigenze.

Tutto su: Volkswagen Golf