Geely: una inedita MPV al Salone di Shanghai 2017

La holding cinese che detiene la maggioranza di Volvo prsenterà un MPV a sette posti, insieme a una berlina “03” a marchio Lynk & Co.

Geely: una inedita MPV al Salone di Shanghai 2017

di Francesco Giorgi

18 aprile 2017

La holding cinese che detiene la maggioranza di Volvo prsenterà un MPV a sette posti, insieme a una berlina “03” a marchio Lynk & Co.

La nuova produzione cinese si apre ad un concetto di design che strizza l’occhio al gusto europeo: si tratta di uno dei primi risultati conseguenza dell’interesse delle proprietà cinesi nei confronti dell’Europa, e che contribuisce a un primo scambio tecnologico da parte dei maggiori Gruppi automobilistici presenti all’ombra della Grande Muraglia. È, ad una prima occhiata, l’atout di rilievo che accompagna l’anteprima dell’inedito MPV che, secondo alcune indiscrezioni captate dal Web, il marchio cinese Geely (holding da tempo detentrice della maggioranza delle quote capitale Volvo) presenterà, nei prossimi giorni, all’imminente Salone di Shanghai (in programma da venerdì 21 a venerdì 28 aprile).

Un primo teaser del “misterioso Multi – Purpose Vehicle” di origine cinese circola in queste ore sul Web: ufficialmente non se ne conosce la denominazione esatta (per questo motivo, si preferisce battezzare provvisoriamente come “MPV Concept” la novità Geely attesa a Shanghai 2017).

L’anteprima grafica del Multi-Purpose Vehicle di Geely mette in evidenza una certa eleganza di disegno e una notevole pulizia di linee: da segnalare gli sbalzi (anteriore e posteriore) piuttosto limitati, a conferire alla vettura un aspetto sportiveggiante. Le dimensioni della cellula abitacolo suggeriscono una capacità di trasporto per sette persone.

L’anticipazione, per il momento, si ferma qui: non c’è alcun riferimento alla tecnologia di bordo, così come alla scelta delle motorizzazioni. In occasione dell’apertura di Shanghai 2017 ne sarano svelati nuovi dettagli.

Seconda novità di rilievo per Geely, all’imminente Salone di Shanghai, è la inedita “03“, berlina a marchio Lynk & Co, che fa capo al Gruppo Geely e che era stato annunciato all’inizio dello scorso autunno. La Lynk 03 viene allestita sulla piattaforma modulare CMA – Compact Modular Architecture, pianale Volvo svelato nell’autunno 2015 quale derivazione dal conosciuto telaio SPA – Scalable Product Architecture, e progettato per costituire l'”ossatura” della nuova produzione di Goteborg (e dei modelli realizzati dalla capogruppo cinese Geely) di dimensioni compatte.

Sulla base di questa caratteristica, la inedita 03 può, in un certo senso, rappresentare una sorta di prefigurazione (almeno relativamente a una parte dell’impostazione tecnica) della futura Volvo S40: tenuto conto del fatto che la precedente novità Lynk & Co, ovvero il Suv – crossover “01” (riconosciuto “cugino” di Volvo XC40), è atteso sul mercato cinese alla fine di quest’anno, e non prima del 2019 a livello mondiale, si può ipotizzare per la nuova berlina media “03” la commercializzazione entro due anni. La produzione, riprendendo le anticipazioni dello scorso ottobre, avverrà negli stabilimenti Geely di Thaizhou (Cina), a un ritmo iniziale di circa 40.000 unità all’anno.

Come per l’MPV Concept by Geely, anche relativamente alla Lynk & Co 03 le caratteristiche tecniche saranno confermate più avanti, seppure alcune voci di corridoio ne suggeriscano l’adozione di motori turbocompressi a tre e quattro cilindri.

L’arrivo in Europa e nord America della inedita Suv Lynk&Co è previsto nei mesi successivi al debutto cinese. Stando alle prime “voci di corridoio”, la propulsione sarebbe affidata a un motore a benzina da 1,5 litri ed architettura a tre cilindri che Volvo dovrebbe inserire a breve nella propria gamma.