Subaru Ascent Suv Concept: anteprima al Salone di New York

Alla rassegna newyorkese il maxi “Sport Utility” che definisce nuovi contenuti di design e tecnologici per il segmento Suv da parte di Subaru.

Subaru Ascent Suv Concept: anteprima al Salone di New York

di Francesco Giorgi

14 aprile 2017

Alla rassegna newyorkese il maxi “Sport Utility” che definisce nuovi contenuti di design e tecnologici per il segmento Suv da parte di Subaru.

Si chiama Ascent, il prototipo di maxi-Suv che Subaru presenta al Salone di New York: le linee definitive della concept vengono rese note in queste ore, alla vigilia dell’apertura al pubblico della rassegna newyorkese (in programma da domani, venerdì 14, a domenica 23 aprile).

La inedita Subaru Ascent Suv Concept è, in sostanza, una evoluzione di Viziv-7, prototipo esposto a sua voltalo scorso novembre in occasione del Salone di Los Angeles 2016: l’immagine del corpo vettura e l’impostazione dell’abitacolo ne indicano chiaramente la derivazione (occorre osservare che, a sua volta, Viziv-7 costituiva uno step successivo alla “Sport Utility” di grandi dimensioni Viziv Concept presentata al Salone di Ginevra 2013). Si tratta, dunque, di un percorso progettuale articolato, che conferma la precisa volontà dei vertici Subaru di realizzare una Suv full size dall’abitacolo a sette posti e dalle ampie modularità di carico.

Per l’occasione, Subaru Ascent Suv Concept – progettata sulla scorta della filosofia “Dynamic x Solid” esclusiva del marchio delle Pleiadi – e chiamato a sostituire il modello Tribeca, esprime atout decisamente personali: piuttosto distanti, cioè, dall’impostazione stilistica peculiare del marchio giapponese. Nel caso di Ascent Suv Concept, che sarà allestita nello stabilimento Subaru US con sede nell’Indiana (l’impianto, per l’occasione, sarà adeguato alle nuove esigenze di produzione, e conterà su 1.200 unità in più di forza lavoro) per essere introdotta sul mercato nord americano nel 2018, il disegno del corpo vettura sembra risentire chiaramente dell'”influsso Yankee” sullo stile. Piuttosto “importanti” le dimensioni esterne: 5,05 m di lunghezza, su un passo di 2.970 mm.

Ciò appare evidente nel disegno della grande calandra anteriore e nell’impostazione “massiccia” della zona circostante (seppure mitigata da linee piuttosto elaborate), negli evidenti codolini passaruota e nei profili sottoporta, collocati a protezione del sottoscocca (allo stesso modo degli inserti inferiori ai paraurti anteriore e posteriore) e, nello stesso tempo, che rievocano i “classici” predellini che piacciono agli appassionati di veicoli off-road.

Interessante, riguardo alla scelta degli allestimenti e della capacità di trasporto, l’impostazione dell’abitacolo: Subaru Ascent Suv Concept mette in evidenza un elevato standard di rifiniture (rivestimenti in pelle in tinta chiara per le tre file di sedili, dalla forma anatomica, e per alcuni inserti; elementi in pelle più scura a contrasto, per la plancia, i pannelli porta e le aree laterali del tunnel centrale; elementi in alluminio per la ampia consolle centrale) e un sofisticato modulo multimediale: display centrale di grandi dimensioni per il controllo delle funzionalità infotainment, strumentazione digitale e un secondo schermo a disposizione degli occupanti la seconda fila di sedili.

Dal punto di vista dei contenuti tecnici, Subaru Ascent Suv Concept in anteprima al Salone di New York 2017 sarà allestita sulla nuova piattaforma SGP – Subaru Global Platform, “base di partenza” della rinnovata Impreza di quinta generazione attesa sul mercato verso la fine del 2017 e chiamata a costituire l'”ossatura” della nuova produzione Subaru. Il pianale Subaru Global Platform – che segue gli attuali dettami tecnologici in fatto di modularità – prevede, attraverso una limitata serie di modifiche (disegno dei longheroni, collegamenti dei montanti e dei duomi sospensioni, posizionamento della barra stabilizzatrice) un ampio utilizzo. Resta da confermare l’impostazione powertrain: finora, i vertici Subaru si limitano ad indicare che il Suv Ascent verrà equipaggiato con motore “completamente nuovo”, e dotato di iniezione diretta e turbocompressore.