Toyota: i piani di rafforzamento della gamma veicoli commerciali

La filiale europea annuncia la nascita di Toyota Professional, nuovo marchio dedicato ai clienti business; nel 2020 arriverà il multivan compatto Proace, cui farà seguito una variante elettrica.

L’obiettivo è chiaro: provvedere ad un servizio clienti ancora più capillare e “dedicato”, puntare i riflettori sul mercato dei veicoli commerciali leggeri “Su un livello superiore”, anche in virtù della creazione di “Una rete di vendita” ad hoc. Contestualmente, rafforzare la propria presenza nel comparto LCV attraverso l’introduzione sul mercato di una nuova variante Proace City, chiamata ad inserirsi nella competitiva fascia CDV; e portare al debutto di nuove versioni “zero emission” di Proace, e dello stesso Proace City, già dal 2020. Ecco, in estrema sintesi, il “capitolato” del programma di rinnovamento della lineup veicoli commerciali Toyota: una strategia di profonda ricostruzione, finalizzata – spiegano i vertici del colosso giapponese, che nelle scorse ore ha presentato un ampio progetto di upgrade delle sue proposte LCV e CDV – ad intensificare la propria crescita nel settore Light Commercial Vehicles in Europa.

Nel dettaglio, il piano di riposizionamento troverà supposto attraverso il progressivo ed imminente debutto di una nuova gamma di furgoni ulteriormente ampliata, nonché (altra “big news”) dalla nascita di un nuovo marchio Toyota Professional.

Il rafforzamento della lineup veicoli commerciali Toyota prevede il debutto in Europa del nuovo Toyota Proace City, ineditadeclinazione “compact” (e frutto di una progettazione congiunta con PSA – nello specifico, i “cugini” Citroen Berlingo, nuovo Opel Combo e Peugeot Rifter, con i quali condividerà piattaforma e unità motrici 1.2 benzina turbo da 110 CV e 130 CV, e 1.6 turbodiesel da 75 CV, 100 CV e 130 CV) che andrà ad unirsi al furgone di fascia “medium” Proace ed al pickup Hilux ed in grado di offrire una ampia versatilità di carico, in termini di volume così come di lunghezza delle merci trasportate: Toyota Proace City è, osservano i tecnici Toyota, “Uno dei pochi modelli a poter trasportare ben due Euro pallet”.

“Il nuovo furgone compatto Toyota Proace City soddisfa le esigenze dei clienti privati e fleet in termini di capacità di carico, versatilità, performance ed efficienza, diventando quindi una proposta appetibile che consoliderà il posizionamento di Toyota sul mercato con un’offerta che è ora in grado di coprire i due terzi del mercato dei veicoli commerciali leggeri”, evidenzia l’anteprima Toyota.

Da segnalare, inoltre, il successivo debutto (fissato per il 2020 ed il 2021), ed anche in questo caso in collaborazione con PSA Groupe, delle declinazioni 100% elettriche di Proace e Proace City.

Dal punto di vista strategico, tanto lo sviluppo di nuove varianti di gamma quanto la volontà di assecondare la domanda di veicoli commerciali hanno suggerito i “piani alti” Toyota alla definizione di un nuovo “brand” dedicato alla fascia LCV. Con Toyota Professional, la filiale europea del colosso giapponese dà ufficialmente “disco verde” alla creazione di un network di concessionarie Toyota “Dedicato al comparto veicoli commerciali”, che sarà operativo in tutta Europa.

Nello specifico, il compito dei nuovi dealer Toyota Professional consisterà nello sviluppo di progetti ed iniziative di customer experience dedicati ai clienti della lineup Veicoli Commerciali, e che “Si caratterizzeranno per n nuovo retail concept, personale specializzato, veicoli in esposizione allestiti ed accessoriati insieme da una strategia di comunicazione ed un nuovo sito Web dedicati”. Matt Harrison, in qualità di vicepresidente esecutivo, punta i riflettori sull’”Impegno i Toyota verso i propri clienti dei veicoli commerciali sempre in aumento, includendo fra i propri servizi un network dedicato che assicurerà una customer experience adatta alle loro esigenze”.

Toyota Proace Verso: la prova su strada Vedi tutte le immagini
Altri contenuti