Peugeot Pick up, pensato per il mercato africano

La Casa del Leone ritorna nel segmento dei veicoli cassonati con il debutto del nuovo Peugeot Pick up dedicato ai mercati dell’Africa.

Debutta l’inedito Peugeot Pick Up, che segna il ritorno della Casa del Leone nel segmento dei veicoli cassonati dedicati al mercato africano. Il nuovo modello della Casa francese è stato sviluppato appositamente per chi cerca un mezzo di lavoro robusto e affidabile in ogni situazione, capace di offrire una manutenzione contenuta e un utilizzo versatile che accontenti le esigenze professionali e quelle private.

Il Peugeot Pick up sarà commercializzato a partire dal prossimo settembre, ma il suo debutto non riguarderà il mercato italiano. Lungo 5,08 metri, il nuovo veicolo della Casa d’oltralpe si inserisce nel segmento dei pick-up compatti dotati di doppia cabina che rappresenta ben il 10% del mercati di riferimento – rappresentati dai paesi del Maghreb e dell’Africa subsahariana occidentale – con un volume pari a 56.000 unità all’anno.

In questo mercato, le versioni più gettonate sono equipaggiate con motori diesel e trazione 4×4, due elementi che occupano rispettivamente il 92% e il 77% del totale. Il Peugeot Pick up rispolvera quindi la vecchia tradizione in questo segmento della Casa d’oltralpe, nata con la Peugeot  403 Camionnette-Bâchée del 1956 e continuata con 404 Camionnette-Bâchée del 1967. In anni più recenti spicca invece la Peugeot  504 Pick-up  che fu prodotta fino al 2005 in Nigeria.

Esteticamente il nuovo mezzo da lavoro della costruttore transalpino sfoggia forme squadrate caratterizzate da un frontale verticale e un cofano orizzontale abbinati ad una linea di cintura piuttosto alta, il tutto condito da un baricentro decisamente elevato, con un’altezza che varia da 210 a 215 mm in base alle versioni. Il nuovo veicolo è immediatamente riconoscibile come modello Peugeot, grazie all’inconfondibile simbolo del Leone ospitato della generosa mascherina anteriore, con le lettere del nome Peugeot impresse nella zona posteriore che richiamano le “antenate” 404 e 504 pick-up.

Il Peugeot pick up si presenta quindi come un veicolo fuoristrada inarrestabile, grazie a doti tecniche ben collaudate che comprendono l’uso di un telaio a scala – dove risultano fissate la cabina e la benna –  dotato di un ponte posteriore rigido e di molle a 4 balestre, senza dimenticare la presenza di pneumatici Yokohama di serie. La zona di carico, capace di trasportare fino a 815 kg, misura 1,40 metri di lunghezza e 1,39 m di larghezza, inoltre può contare su ganci di fissaggio esterni, mentre le pareti laterali e la sponda posteriore sfoggiano rivestimenti sono realizzati con una resina protettiva capace di  irrigidire e irrobustire l’intera zona.

Dal punto di vista meccanico, il veicolo risulta equipaggiato con un robusto propulsore 2.5 litri turbodiesel common rail da 115 CV e 280 Nm, gestiti da un cambio manuale a 5 marce, mentre la trazione può essere 4×4 oppure soltanto posteriore.

Peugeot Pick up: le immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Peugeot e-208

Altri contenuti

Elettrificazione “per tutti” e nuovi servizi alla mobilità al centro della rassegna lombarda che costituisce un’importante manifestazione per la ripartenza dell’intera filiera automotive dopo l’emergenza sanitaria.