Volkswagen Caddy TGI: debutta l’alimentazione a metano

Passo corto e passo lungo, Caddy a metano monta l’unità 1.4 TGI. Capacità di carico invariate e fino a 860 km di autonomia. Prezzi da 17.670 euro.

Attenzione all’ambiente e… al portafoglio: nasce da questi punti di forza l’ampliamento all’alimentazione a metano per Volkswagen Caddy, il popolare MPV di Wolfsburg la cui attuale quarta generazione venne presentata in anteprima al Salone di Francoforte 2015.

Nel complesso identico alle corrispondenti versioni benzina e gasolio già presenti in listino (se si escludono alcuni dettagli), la nuova gamma TGI di Volkswagen Caddy si articola nelle varianti trasporto persone, Furgone (a passo corto o “Maxi”), Alltrack, Beach, Taxi, Kombi. Questi i prezzi base di listino per l’Italia: Caddy TGI Furgone con cambio manuale a sei rapporti, 17.670 euro Iva esclusa (22.390,68 euro “chiavi in mano”); Caddy TGI autovettura in allestimento “Trendline”, 19.562,88 euro Iva esclusa (24.700 euro “chiavi in mano”); varianti “Maxi” a passo lungo: Caddy TGI Furgone, 18.690 euro Iva esclusa (23.635,08 euro “chiavi in mano”); Autovettura, 20.267,80 euro Iva esclusa (25.560 euro “chiavi in mano”).

Nella fase di lancio, Caddy TGI a metano viene declinato in una serie “TGI Edition” (attualmente non disponibile sul mercato italiano), che si distingue all’esterno per l’apposizione del monogramma “Edition” collocato al di sopra dei listelli laterali di protezione e sul portellone, nonché per la presenza della targhetta “TGI” sui montanti centrali, le maniglie porta e il pannello di copertura sportello laterale scorrevole vengono verniciati in tinta carrozzeria. Peculiarità estetica della declinazione Autovettura (trasporto persone) di VW Caddy TGI sono la verniciatura in tinta carrozzeria anche per i paraurti, i dettagli cromati agli indicatori di direzione laterali e la finestratura laterale e posteriore oscurata.

L’equipaggiamento specifico della variante TGI Edition prevede il rivestimento in pelle (con cuciture a vista) per volante multifunzione, pomello leva cambio e leva del freno di stazionamento; per la versione Furgone, di serie sedili conducente e passeggero anteriore regolabili in altezza con cassetti portaoggetti integrati, supporto lombare al sedile lato guida, impianto stereo “Composition Audio” con due altoparlanti e interfaccia per telefoni cellulari. In aggiunta, la versione Autovettura offre, di serie, sistema di navigazione Discover Media con sei altoparlanti, sistema di amplificazione elettronica della voce, un’interfaccia USB e un’interfaccia per telefono cellulare – ovvero il pacchetto Connectivity – e un bracciolo centrale regolabile in altezza e lunghezza, con tre portabicchieri al proprio interno.

Con la nuova lineup alimentata a gas naturale, Volkswagen Caddy guadagna la sigla “TGI” (specifica dei modelli a metano della produzione VW) e promette nuovi traguardi di destinazione d’uso. Sotto il cofano, la motorizzazione viene affidata all’unità 1.4 TGI derivata dallo specifico sviluppo del TSI di nuova concezione (ricordiamo che già in fase di progettazione, quest’ultima venne creata in previsione dell’impiego del metano), nella quale gli interventi di adeguamento all’impiego del gas naturale hanno riguardato una serie di modifiche alla testata, ai gruppi valvola, ai gruppi pistone – biella e ai condotti di alimentazione; adeguati anche la mappatura della centralina elettonica di gestione motore, il turbocompressore e l’elemento catalizzatore. La forza motrice espressa dall’unità 1.4 TGI è nell’ordine di 200 Nm di coppia massima, disponibili fra 1.500 e 3.500 giri/min; a seconda del tipo di cambio utilizzato (manuale o DSG doppia frizione), la velocità massima dichiarata è 174 e 172 km/h.

Al di sotto del vano di carico vengono collocati quattro serbatoi per il metano, in grado di provvedere allo stoccaggio fino a 26 kg di gas (per Caddy Maxi TGI le bombole sono cinque, per una capacità portata a 37 kg). Con questo sistema, indicano i tecnici di Wolfsburg, la capienza dei rispettivi vani di carico (3.200 per Caddy “standard”, 4.130 litri per Caddy Maxi) rimane invariata.

Di particolare rilievo, considerato l’utilizzo prettamente “utilitario” al quale la gamma Caddy viene destinata, i valori d’uso annunciati da Volkswagen: l’alimentazione “quasi monovalente” (viene lasciato un piccolo serbatoio da 13 litri per la benzina, funzionale alle fasi di avviamento e riscaldamento del motore) dichiara un’autonomia massima di 630 km (860 km per Maxi) con un pieno di metano, a fronte di un consumo a ciclo combinato rispettivamente di 4,1 kg per 100 km e 4,3 kg per 100 km.

Volkswagen Caddy TGI MY 2017: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Volkswagen ID3: prima prova

Altri contenuti