Mercedes: arriva l’E-Sprinter e celebra i 25 anni del modello

Fino a 168 km di autonomia, 3 velocità massime da impostare e 4 modalità di recupero dell’energia in frenata oltre a tanti ADAS di serie

Tra i veicoli commerciali lo Sprinter di Mercedes gioca un ruolo di assoluto protagonista da 25 anni, un tempo nel quale è stato scelto da 4 milioni di clienti in 130 paesi differenti. Adesso, in occasione di questo anniversario, arriva anche in variante elettrica, l’E-Sprinter, per essere al passo con i tempi ed offrire un’alternativa a chi lavora in città.

Un’evoluzione segnata dal tempo

Sin dalla sua nascita lo Sprinter ha messo sempre in primo piano la sicurezza, infatti, il modello del 1995 aveva l’ABS in ogni variante, poi nel 2002 arrivò l’ESP, e nel 2013 la dotazione del veicolo commerciale della Stella integrò anche il crosswind assist. Adesso, con l’E-Sprinter si passa all’alimentazione elettrica per migliorare le consegne in città e fuori le mura grazie ad una batteria che può essere da 35 kWh o da 47 kWh, per assicurare un’autonomia che spazia da 120 a 168 km.

Con il motore da 115 CV e 295 Nm di coppia massima, questo veicolo ad impatto zero può avere una portata massima di 1.045 kg con la batteria più piccola e di 891 kg con quella più potente, e può contare su un volume di carico di 11 metri cubi in entrambe i casi. Per fare il pieno di energia impiega dalle 6 alle 8 ore, a seconda della potenza del pacco batteria, mentre per recuperare l’80% di carica partendo da una base del 10% sono sufficienti 25 minuti sfruttando una delle tante colonnine a ricarica rapida diffuse in città.

Si può scegliere anche la velocità massima

A livello di guida si possono scegliere 4 modalità per il recupero dell’energia in fase di frenata, ed è possibile programmare anche la velocità massima raggiungibile, anche al fine di ottimizzare l’autonomia, scegliendo tra 3 possibilità: 80, 100, o 120 km/h. Ovviamente, anche questo mezzo commerciale beneficia del sistema per la gestione ottimale delle flotte in modo da poter conoscere ogni spostamento ed esigenza dei mezzi appartenenti alla stessa azienda.

Una dotazione che pensa alla sicurezza

Ricca la dotazione di serie, che annovera il sistema multimediale Mbux e vari dispositivi atti a salvaguardare la sicurezza, come il Parking Pakage per una visione del veicolo a 360° durante le manovre; il rear cross alert, che avvisa della presenza di ostacoli in retromarcia; gli abbaglianti automatici; e poi una serie di ADAS tra cui il crosswind assist, l’assistenza per rimanere nella propria corsia, il monitoraggio dell’angolo cieco, ed il cruise control adattivo.

Mercedes-Benz Classe S 2021: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Nuovo Toyota Proace City 2020

Altri contenuti