Multe: ecco la piattaforma online che aiuta chi vuole fare ricorso

Attivo da pochi mesi, il portale Web Vinco.net ha già preparato più di 3.000 ricorsi per sanzioni illegittime o ingiuste. Costa il 30% del valore della multa, ma vanta il 95% di vittorie davanti al Prefetto.

Multe: ecco la piattaforma online che aiuta chi vuole fare ricorso

di Francesco Giorgi

06 Febbraio 2019

L’importanza collettiva delle sanzioni amministrative non si discute. Ciò che preme ad automobilisti, autotrasportatori, motociclisti e gestori di flotte (diciamo, per brevità: tutte le categorie di utenti che hanno a che fare con i veicoli e con le regole del Codice della Strada) è la garanzia che la multa da dover pagare sia effettivamente “esatta”: tanto nell’accertamento della violazione, quanto nell’emissione del verbale. Altrimenti, la multa può essere impugnata per fare ricorso. O meglio: per… tentare un ricorso. Spendendo di tasca propria, peraltro. E sperando che i Tribunali lo accolgano.

Da alcuni mesi (quattro, per l’esattezza) esiste uno strumento in grado di dare una mano a quanti ritengano di essere “vittime” di una sanzione illegittima: è il caso, ad esempio, delle multe comminate con l’ausilio di apparecchiature di controllo non correttamente regolate (ovvero: non a norma di legge), oppure non giuste a causa di errori di altra natura. Si tratta di Vinco.net, piattaforma online – accessibile dal proprio smartphone, tablet o PC – dietro la quale opera un “team” di consulenti che permette all’utente la presentazione di un ricorso contro sanzioni ritenute, appunto, ingiuste oppure non legittime. E che dallo scorso settembre, il servizio abbia “Già preparato circa 3.000 ricorsi, con una media di 500 impugnazioni alla settimana” (secondo quanto riferisce Mauro Tommaso De Candia, amministratore delegato di Vinco.net) la dice lunga sulla necessità di tutelarsi, da parte dei “tartassati” utenti (persino l’ACI, nel 2017, tuonò contro il fenomeno delle “sanzioni vessatorie”). Tanto che, da Milano, dove il nuovo servizio ha preso il via, adesso la piattaforma è disponibile per tutta Italia, con un trend di crescita (leggi: di richieste di ricorso) in costante aumento.

L’effettuazione del proprio ricorso online è semplice: il primo step consiste nell’invio del verbale di multa via Web; il documento viene immediatamente analizzato, ed entro un paio di ore è già possibile ricevere risposta di fattibilità del proprio caso. Una volta effettuato il pagamento (costo del servizio: 30% del valore della multa), avviene l’assegnazione del ricorso ad uno dei consulenti che operano all’interno del “team” di Vinco.net, il quale dà immediato inizio al ricorso effettivo da inviare al prefetto. Trascorsi alcuni giorni (da 3 a 5), il cliente riceve via mail le istruzioni su come effettuare la spedizione del ricorso, scaricabile dal proprio account preventivamente attivato.

Le probabilità di ottenere giustizia, ovvero di vincere il proprio ricorso al Prefetto, sono elevatissime: oltre il 95%, assicurano gli operatori della nuova piattaforma di assistenza legale online.

Qualora in prima istanza la richiesta venisse respinta, Vinco.net dà diritto al cliente la possibilità di presentare, in forma gratuita, ricorso al Giudice di Pace. Nel caso in cui anche in appello il ricorso non trovi accoglimento, Vinco.net dà facoltà al cliente di ottenere rimborso di quanto già pagato in anticipo. Giocando un po’… sui tempi, in quanto tutto l’iter di impugnazione dura anche oltre un anno, quindi “nella peggiore delle ipotesi” la multa verrà pagata dopo un anno, e non subito.

Il portale online si offre inoltre di seguire casi di multe più gravi, incidenti stradali, fermi amministrativi e ingiunzioni di pagamento: al cliente, in casi particolari, viene assegnato un avvocato specializzato, per un’assistenza personale dall’inizio alla fine in maniera di assicurare la soluzione migliore.

Come accennato, il servizio online Vinco.net ha un costo corrispondente al 30% del valore della multa. Per venire incontro alle esigenze degli utenti che risiedono in città particolarmente “calde” quanto a contravvenzioni, la piattaforma online mette a disposizione un voucher di sconto, ottenibile dalla sezione “I nostri programmi” del portale; allo stesso modo, viene offerta la possibilità di acquistare “pacchetti” di ricorsi, utili ad esempio per quanti siano in possesso di più veicoli o qualora al volante di uno stesso veicolo vi siano più persone.