Salone di Francoforte 2017: non ci saranno Fca, Psa e Nissan

Una indiscrezione Web indica che l’IAA 2017 farà a meno di Fca (ma non Ferrari e Maserati), DS e Peugeot, Nissan e Infiniti, Mitsubishi e Volvo.

Salone di Francoforte 2017: non ci saranno Fca, Psa e Nissan

di Francesco Giorgi

07 aprile 2017

Una indiscrezione Web indica che l’IAA 2017 farà a meno di Fca (ma non Ferrari e Maserati), DS e Peugeot, Nissan e Infiniti, Mitsubishi e Volvo.

Il Salone di Francoforte 2017 potrebbe rassegnarsi a fare a meno di alcuni dei big player del comparto automotive: da PSA Groupe a Nissan ed Infiniti, da Mitsubishi a Volvo, ad Fca (tranne Ferrari e Maserati). È quanto riporta in queste ore l’edizione Web di Automotive News: secondo una indiscrezione “captata” dal magazine di Detroit, la prossima edizione del Salone di Francoforte – in programmma dal 14 al 24 settembre – sarà “orfana” di un ampio numero di Case costruttrici.

Sarebbero addirittura nove le defezioni svelate dal sito Web: Peugeot e DS per PSA; Fiat, Alfa Romeo e Jeep per Fca, Nissan e il proprio marchio alto di gamma Infiniti, nonché Mitsubishi e Volvo. La notizia, ripresa anche da La Repubblica, puntualizza che in rappresentanza di Fiat – Chrysler Automobiles ci saranno, fra le Case costruttrici italiane, Ferrari e Maserati (non si esclude, dunque, la presenza di Sergio Marchionne a Francoforte, in qualità di presidente ed amministratore delegato del cavallino).

La motivazione che, secondo Automotive News, potrebbe avere spinto le rappresentanze delle nove Case auto europee, statunitensi e giapponesi a “passare la mano” in previsione della sessantaquattresima edizione del Salone di Francoforte, potrebbe essere individuata nelle nuove tendenze, in vigore fra i principali costruttori, di spostare i rispettivi budget di marketing e promozione del brand verso settori ormai ben radicati nella vita collettiva (oltre che assai meno “dispendiosi”), come il Web e i social network.

I nomi resi noti dal magazine di Detroit non sono stati confermati da parte degli organizzatori della rassegna IAA – Internationale Automobil-Ausstellung che fa capo all’Associazione di settore VDA, i quali si limitano ad indicare, in maniera generica, la defezione da parte di alcune Case auto, senza indicare alcun marchio. Contestualmente, si tiene a precisare che la kermesse 2017 conterà su più di 50 Case costruttrici europee, americane e asiatiche, con in più la presenza di “giovani costruttori” attesi al debutto a Francoforte 2017, insieme ad alcune delle più importanti aziende tecnologiche internazionali, come Ibm, Qualcomm e Sony.

Secondo Automotive News, un portavoce di PSA Groupe avrebbe dichiarato che il Gruppo si trova attualmente in una fase di ritorno sugli investimenti, e che la partecipazione ai grandi Saloni viene studiata caso per caso: Citroen dovrebbe essere presente, a differenza di DS e Peugeot che avrebbero deciso di promuovere le rispettive novità ai propri clienti attraverso altri sistemi di marketing. Un discorso analogo sarebbe stato avanzato da parte di Nissan, che per il futuro (secondo una dichiarazione di un portavoce Nissan Europe riportata da Automotive News) adotterà “Una strategia di promozione ancora più flessibile, che si concretizzerà nella presenza a manifestazioni specificamente automotive, ma anche di rassegne orientate verso più settori e ad eventi di marca”. L’assenza di Mitsubishi e Volvo viene indicata dalla pubblicazione tedesca Automobilwoche; nessun commento, per ora, da parte dei vertici Fca, che peraltro saranno rappresentati (se la mancata partecipazione a Francoforte 2017 troverà conferma) da Ferrari e Maserati.

 

Tutto su: Salone di Francoforte