Kia Sportage: la nuova 1.6 diesel mild hybrid pronta al debutto

Due livelli di potenza (115 CV e 136 CV), sistema ibrido leggero a 48V che riduce le emissioni e consente significative agevolazioni fiscali: imminente l’arrivo nelle concessionarie.

Il SUV bestseller di Kia si aggiorna in chiave eco friendly, ed aggiunge un tassello all’elettrificazione della lineup. È Sportage, modello che traina le vendite del marchio coreano tanto in Europa quanto in Italia: ricordiamo che, nelle scorse settimane, il “brand” che fa capo a Hyundai Motors ha messo a segno il migliore trimestre di sempre nei mercati UE, dove – secondo i consuntivi ACEA –, in virtù di un totale immatricolazioni di 132.174 unità, la crescita nel periodo 1 gennaio-31 marzo si è attestata su un +0,6%, con una quota di mercato al 3,2%, anch’essa aumentata quindi in rapporto al 3,1% del primo trimestre 2018. Con l’arrivo della primavera, la lineup Kia Sportage porta in dote l’imminente – ed atteso – debutto della variante elettrificata a sistema mild hybrid a 48V su base turbodiesel 1.6, sviluppata in un’ottica di ottimizzazione dei consumi e di riduzione delle emissioni.

Nello specifico, ed in perfetta corrispondenza con quanto era stato anticipato esattamente un anno fa (qui la nostra news sul prossimo arrivo del mild-hybrid da 48V per Sportage e Ceed), Kia Sportageall’inizio dello scorso autunno sottoposta ad un corposo “facelift” estetico, un aggiornamento al layout abitacolo ed alle  dotazioni di bordo, nonché (soprattutto) all’adozione del sistema ibrido leggero 2.0 turbodiesel con dispositivo mild hybrid a 48V da 12 kW – predispone il proprio ingresso negli showroom italiani della novità 1.6 mild hybrid, chiamata al ruolo di variante di ingresso nella gamma elettrificata del SUV coreano da 4,48 m di lunghezza, 1,855 m di larghezza, 1,63 m di altezza per un passo di 2.670 mm ed una capacità di 480 litri al bagagliaio nel normale assetto di marcia (il volume del vano bagagli non risulta diminuito dalla presenza della batteria a 48V, opportunamente collocata al di sotto del piano bagagliaio).

Il debutto di Kia Sportage 1.6 Mild Hybrid nelle concessionarie è fissato già a partire dai prossimi giorni. I prezzi di listino partono da 28.000 euro, corrispondente ad un sovrapprezzo di 1.000 euro in rapporto alle “tradizionali” declinazioni 1.6 a gasolio, tuttavia compensato dalle agevolazioni fiscali e di impiego consentite dall’omologazione ibrida: esenzione dal pagamento del bollo auto per i primi tre o cinque anni (a seconda delle regioni), libero ingresso nelle ZTL, sosta gratuita nelle strisce blu.

Allestita sulla nuova piattaforma MHEV che fa ricorso all’unità 1.6 turbodiesel declinata in due livelli di potenza (115 CV e 136 CV) e di coppia massima (280 Nm e 320 Nm), abbinata al cambio manuale oppure in alternativa automatico DCT doppia frizione a sette rapporti e trazione anteriore o 4×4, Kia Sportage 1.6 Mild Hybrid si avvale di un generatore di energia MHSG i-Mild-Hybrid Start-Generator con funzione di starter, azionato dall’albero motore mediante cinghia – in modo da non necessitare modifiche rispetto alla originaria disposizione degli organi di movimento -, che nelle fasi di accelerazione fornisce 10 kW supplementari di supporto al motore turbodiesel (utile, cioè, alla riduzione dei carichi di lavoro e, di conseguenza, ai consumi ed alle emissioni) e permette altresì l’adozione di un motorino d’avviamento di più piccole dimensioni, per via del fatto che la “messa in moto” della vettura avviene normalmente (se si escludono particolari condizioni climatiche, come ad esempio le partenze a temperature particolarmente rigide) attraverso lo stesso sistema a 48V.

Altrettanto ridotto nel formato è anche l’accumulatore del circuito principale a 12V per l’azionamento dei sistemi ausiliari di bordo, grazie alla presenza di un convertitore DC/AC che consente alla batteria “parallela” a 48V la totale integrazione con l’impianto elettrico del veicolo. Nuovi filtri per la riduzione catalitica selettiva degli ossidi di azoto sono “ovviamente” presenti, in ordine di ottemperare alle nuove normative di omologazione Euro 6d-TEMP.

Dati alla mano, indica Kia, la nuova Sportage 1.6 Mild Hybrid consente valori di emissioni di CO2 complessivamente ridotte fino al 4%, secondo il nuovo ciclo WLTP: su strada, le emissioni di diossido di carbonio nel reale utilizzo della vettura si attestano su 110-130 g/km.

Kia Sportage Hybrid 2019: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Nuova Kia Niro Hybrid: la prova su strada

Altri contenuti