Ford: un accordo con Amazon per le auto connesse

Le vetture del futuro potranno dialogare tra loro con i pedoni e con le infrastrutture rimanendo sempre connesse.

Nel prossimo futuro oltre allo sviluppo dell’auto elettrica le case costruttrici stanno lavorando sulla guida autonoma e sulle auto connesse. Proprio in questa direzione Ford annuncia un accordo globale pluriennale con Amazon.

Lo scopo è quello di creare un servizio universale basato su un cloud per le future auto connesse e a guida autonoma. Nello specifico, Ford e Amazon Web Services lavoreranno insieme per dar vita a servizi di mobilità innovativi andando a rispondere alle esigenze dei diversi clienti.

Inizialmente le informazioni che i veicoli connessi potranno scambiarsi saranno limitate, come ad esempio la segnalazione di condizioni stradali pericolose in tempo reale su alcuni tratti. Più avanti invece ci saranno collegamenti tra le auto, i mezzi di trasporto di massa, i pedoni, e le infrastrutture.

Insomma, il futuro è tutto da scrivere e la Ford, come in passato investe sulle innovazioni, per precorrere i tempi e fornire in anteprima nuove soluzioni per la mobilità. Vedremo quindi come cambieranno i nostri viaggi e il modo di vivere l’automobile che offre sempre più esperienze oltre a quella di guida che, al momento, rimane fondamentale, visto che la guida autonoma non è ancora entrata in vigore e non è detto che possa diventare realtà a breve, a differenza dei tanti sistemi di ausilio alla guida che invece hanno letteralmente invaso le automobili di oggi.

Ford Capri 50 anni 1969-2019 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti