Nuova Subaru Outback 2020, protagonista al Salone di New York

La rinnovata Outback sfoggia un look evoluto e mette in scena una formula ben rodata ed apprezzata.

Nuova Subaru Outback 2020, protagonista al Salone di New York

di Francesco Donnici

19 Aprile 2019

Al Salone di New York 2019 è stato presentato quello che ormai è diventato un grande classico, ovvero la sesta generazione della Subaru Outback, poliedrica vettura giapponese che può essere considerata l’anello di congiunzione tra una station wagon e un SUV. La rinnovata Outback infatti mette in scena una formula ben rodata, ovvero un’altezza da terra generosa di ben 22 cm, motori boxer e sofisticati sistemi di sicurezza.

Declinata in sei allestimenti: base, Premium, Limited, Touring, Onyx Edition XT, Limited XT e Touring XT, la Outback sfoggia un design evoluto e attuale che non si distacca molto dal passato. All’interno dell’abitacolo troviamo un ambiente premium rifinito con materiali di pregio come i rivestimenti in pelle nappa. A stupire però è l’ampio display verticale con diagonale da 11,6 pollici che domani la console centrale e risulta abbinato al nuovo impianto di infotainment Starlink. Quest’ultimo mette a disposizione una connessione LTE con hotspot wi-fi e permette di gestire il sofisticato impianto audio ad alta fedeltà Harman Kardon, equipaggiato addirittura con 12 diffusori sparsi nell’abitacolo.

Per quanto riguarda la gamma propulsori è possibile scegliere tra due unità a benzina, una aspirata e una turbo. La motorizzazione entry-level è rappresentata dal 2.5 litri aspirato in grado di sviluppare 182 cv e 239 Nm di coppia, mentre al top si posizione il 2.5 litri turbo da 260 CV e 375 Nm di coppia. Entrambe le unità risultano abbinate alla trasmissione a variazione continua CVT che vanta anche la modalità manuale paddle al volante capace di simulare otto marce.

La vettura promette una dinamica eccezionale su ogni tracciato grazie al telaio irrigidito e a nuove  sospensioni dotate di  barre stabilizzatrici sia all’avantreno che adotta uno schema MacPherson e sia al retrotreno che risulta di tipo a doppi bracci. La nuova generazione dell’Outback può contare sul pacchetto EyeSight che include il cruise control adattivo e il sistema di mantenimento automatico della corsia, il sistema che monitora la stanchezza del guidatore tramite riconoscimento facciale, proiettori a Led adattivi in curva, frenata automatica in retromarcia e monitoraggio dell’angolo cieco con Lane Change Assist.

La dotazione di sistemi ADAS prosegue con il dispositivo che controlla il traffico posteriore, l’head-up e il Front View Monitor, che riesce ad immortalare la strada nei punti ciechi grazie alla vista a 360°, proiettando le immagini sul display dell’infotainment.

Tutto su: Subaru Outback