Jeep: la Baby Renegade arriverà entro tre anni

Il marchio americano si prepara ad introdurre una serie di interessanti novità tra cui un crossover compatto studiato per la città.

Jeep sta vivendo un vero e proprio momento d’oro, come confermato da Jeff Hines, Responsabile del brand yankee per il mercato europeo. Hines ha spiegato che si tratta di un periodo di fermato per il marchio americano che a Ginevra ha mostrato i suoi primi modelli ibridi plug-in. in occasione della kermesse svizzera hanno infatti debuttato le varianti ibride plug-in dei crossover Renegade e Compass, sottolineando l’intenzione di Jeep di proporre nel prossimo futuro sempre più modelli equipaggiati con questo tipo di tecnologia, anche se continueranno ad essere prodotte vetture sia benzina e diesel.

Attualmente la Compass viene prodotta in Messico, ma a partire dalla fine del 2019 la sua produzione verrà finalmente spostata nel Vecchio Continente, ovvero in Italia nello stabilimento di Melfi dove viene prodotta anche la Renegade. Jeff Hines ha inoltre confermato le novità targate Jeep che verranno proposte sul mercato italiano nel prossimo futuro.

Da oggi fino al 2022 arriveranno in Europa la Jeep Gladiator, ovvero la versione pick-up del Wrangler, la nuova Grand Cherokee, e le Wagoneer e Grand Wagoneer: si tratta di SUV di grandi dimensioni che ospitano ben 3 file di sedili. Hines ha inoltre affermato che i vertici FCA hanno dato il disco verde definitivo alla realizzazione di una Baby Renegade, ovvero di un inedito crossover dalle forme estremamente compatte, sviluppato prettamente per un utilizzo urbano.

Jeep Compass ibrida plug-in: nuova linea di produzione a Melfi Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Nuova Jeep Wrangler Rubicon: la prova su strada

Altri contenuti