Alfa Romeo: tutte le novità attese al Salone di Ginevra

Lo stand del “Biscione” metterà in evidenza l’edizione 2019 di Giulietta, Stelvio Ti e la serie speciale “Alfa Romeo Racing” per Giulia e Stelvio Quadrifoglio. Vedremo anche il nuovo SUV compatto?

Alfa Romeo: tutte le novità attese al Salone di Ginevra

di Francesco Giorgi

26 Febbraio 2019

Si annuncia particolarmente nutrito il parterre delle “new entry” Alfa Romeo all’imminente Salone di Ginevra (qui la nostra panoramica delle novità attese alla prima grande rassegna europea automotive, in programma da giovedì 7 a domenica 17 marzo). Sotto i riflettori, annuncia Fca in queste ore, le novità in chiave 2019 di Giulietta, che verrà deliberata in nuovi allestimenti, il SUV Stelvio nella inedita configurazione Ti e la “coppia da sparo” Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio “Alfa Romeo Racing”, serie speciale allestita con la livrea delle nuove monoposto di F1 C38.

Altre novità vengono fin d’ora anticipate: “Un ulteriore passo verso il futuro”, dichiarano i vertici Fiat-Chrysler Automobiles. Se ne saprà di più martedì 5 marzo, in occasione della conferenza stampa di apertura Salone. È tuttavia possibile ipotizzare che si tratti del concept “Sport Utility” del quale si è parlato nei giorni scorsi, e che potrebbe rappresentare una futura novità di prodotto in chiave “compact” (da posizionarsi, cioè, su un gradino inferiore per segmento rispetto all’attuale Stelvio), sulla scorta delle indicazioni della dirigenza Fca relativamente al piano industriale del Gruppo.

Alfa Romeo Giulietta 2019

Cinque allestimenti e sei “pacchetti” di accessori. Nel dettaglio: le configurazioni Business, Sport, Super, Super Launch Edition e Veloce, abbinabili ai “kit” Carbon Look, Veloce Rosso Alfa, Giallo Corsa, Tech. Ecco, in estrema sintesi, i contenuti di rilievo per l’edizione-restyling 2019 di Alfa Romeo Giulietta, la “media” del Biscione che si avvia ai dieci anni dal debutto sul mercato (2010) portando in dote un nutrito ventaglio di aggiornamenti. A Ginevra, le varianti attese in esposizione saranno, secondo quanto comunicato da Fca, Giulietta Super e Giulietta Veloce, equipaggiate con, rispettivamente, l’unità Multijet 1.6 120 CV a cambio automatico Alfa TCT con selettore di guida Alfa DNA e possibilità di intervento sulla risposta dell’acceleratore, sul sistema di controllo ESC, sul differenziale autobloccante Alfa Q2 elettronico e sul controllo della trazione ASR; ed il nuovo 2.0 JTDM da 170 CV (entrambe le motorizzazioni rispondono ai nuovi standard Euro 6d-TEMP), anche in questo caso con cambio automatico Alfa  TCT a sei rapporti e gestione manuale delle posizioni “up” e “down” della leva cambio.

Per Alfa Romeo Giulietta Super 2019, l’esemplare esposto a Ginevra metterà in evidenza una inedita tinta carrozzeria Verde Visconti (con finitura satinata per calandra, cornici dei fari, gusci specchi retrovisori esterni, maniglie porta e finitura del paraurti posteriore; e cornici finestrini cromati) in abbinamento a rivestimenti abitacolo in pelle Chocolate. La dotazione comprende bracciolo posteriore, sensori pioggia e crepuscolari, specchio centrale elettrocromico, sensori di parcheggio anteriori e posteriori e modulo infotainment UConnect Radio-Nav con display da 6.5”.

Alfa Romeo Giulietta Veloce 2019, dall’impostazione maggiormente votata al dinamismo tipico Alfa, viene equipaggiata con nuovi paraurti di disegno sportivo, “minigonne” supplementari, nuovi cerchi da 18” a cinque razze sdoppiate rifiniti in nero lucido, tinta nera lucida ad effetto micalizzato per gusci degli specchi retrovisori, calandra, maniglie porta, cornici fendinebbia e doppio terminale di scarico di maggiori dimensioni. L’abitacolo si segnala per nuovi sedili in tessuto e Alcantara con cuciture a contrasto gialle e poggiatesta con monogramma Alfa Romeo, pedaliera e battitacco in alluminio, accenti in tinta antracite opaco, volante sportivo con cuciture gialle (replicate sul pomello cambio e sul freno a mano) appiattito nella parte inferiore della corona, e levette cambio al volante; l’equipaggiamento hi-tech propone l’infotainment Alfa Connect Radio by Alpine con schermo 7” compatibile con gli standard Apple CarPlay ed Android Auto, telecamera e sensori di parcheggio posteriori e suite di servizi online Mopar Connect.

Alfa Romeo Stelvio Ti

Debutta, al salone di Ginevra, la variante “Turismo Internazionale” per Stelvio: la sigla Ti rappresenta uno dei simboli per l’azienda, logico che ne portasse le insegne anche il primo SUV del “Biscione” (fattore, questo, che conferma ulteriormente il ruolo del segmento “Sport Utility” nel comparto automotive globale). L’esemplare che vedremo alla rassegna ginevrina, comunica Fca, si presenta in allestimento dedicato (calandra e gusci degli specchi retrovisori in fibra di carbonio, finiture brunite per i cerchi da 20”, le cornici dei finestrini, i gruppi ottici ed i terminali di scarico), in livrea Blu Misano con finestratura posteriore oscurata e pinze freno verniciate in giallo. Sotto il cofano, l’unità motrice è il performante 2.0 benzina turbocompresso da 280 CV e 400 Nm di coppia massima a 2.250 giri/min, realizzato interamente in alluminio e abbinato al cambio automatico ad otto rapporti e alla trazione integrale Q4 con l’esclusivo albero in fibra di carbonio. Già comunicati i valori prestazionali: il nuovo Alfa Romeo Stelvio Ti raggiunge una velocità massima di 230 km/h e i 100 km/h con partenza da fermo in 5”7.

Giulia e Stelvio Quadrifoglio Alfa Romeo Racing

Dal recentissimo “battesimo” del team Alfa Romeo Racing in F1, che rafforza il coinvolgimento Alfa nella massima Formula insieme a Sauber (le monoposto bianco-rosse verranno portate in gara da Kimi Raikkonen ed Antonio Giovinazzi, e il pubblico potrà ammirarle in anteprima al Salone) alla produzione. È il contenuto delle serie speciali Alfa Romeo Racing per Giulia e Stelvio, modelli attualmente più rappresentativi per il “Biscione”. La stessa livrea di entrambi i modelli si ispira alla combinazione di colori della Alfa Romeo Racing C38, unitamente ad alcuni dettagli esclusivi, come i sedili semi-anatomici firmati Sparco con cuciture in rosso e guscio in fibra di carbonio, pomello del cambio automatico con inserto in carbonio firmato da Mopar, volante in pelle e Alcantara, cerchi da 19” (Giulia) e 20” (Stelvio) a finitura brunita con impianto frenante carboceramico pinze freno in rosso; all’interno, l’infotainment Alfa Connect 3D Nav by Mopar con schermo da 8.8” e connettività compatibile con gli standard Apple CarPlay ed Android Auto.

La motorizzazione viene affidata al poderoso 2.9 V6 biturbo (abbinato al cambio automatico ZF ad otto rapporti) con trazione Q4 per Stelvio ed unità di controllo Alfa Chassis Domain Control per il coordinamento dell’intera elettronica di bordo finalizzato alla gestione dei sistemi attivi come la trazione integrale, il sistema Alfa Active Torque Vectoring, il settaggio delle sospensioni attive Alfa Active Suspension, l’ESC, il selettore Alfa DNA Pro con funzione Race specifica. Fra gli elementi hi-tech presenti nella dotazione, il dispositivo di disattivazione dei cilindri a controllo elettronico e la funzione “sailing”, disponibile in modalità di guida Advanced Efficiency.

Tutto su: Alfa Romeo Giulia, Salone di Ginevra