Piëch Automotive, svelati i primi teaser dell’elettrica Mark Zero

L’inedita Gran Turismo 100% elettrica fondata dal figlio di Ferdinand Piëch sarà svelata al Salone di Ginevra 2019.

La neonata factory svizzera Piëch Automotive presenterà in anteprima mondiale al Salone di Ginevra 2019 (7-17 marzo) la sua prima vettura battezzata Mark Zero. L’inedito modello che si presenterà come una Gran Turismo a due posti 100% elettrica, è stato anticipato da alcuni misteriosi teaser ufficiali che ci danno un’idea sulle sinuose forme che caratterizzano la vettura.

La Piëch Automotive è una start-up fondata a Zurigo (Svizzera) da Rea Stark Rajcic e Anton Piech. Quest’ultimo è il figlio del celebre di Ferdinand Piëch, nipote dell’ancora più famoso Ferdinand Porsche ed ex numero uno del Gruppo Volkswagen, spodestato dal comando del colosso teutonico dopo una “lotta interna” avuta con la propria famiglia e Martin Winterkorn, anche lui ex CEO del Gruppo Volkswagen. Ricordiamo che il colosso di Wolfsburg fu travolto a fine 2015 dallo scandalo delle emissioni truccate conosciuto anche con il nome di dieselgate.

Oltre i teaser diramati in rete, sulla Piech Mark Zero circolano pochissime informazioni: le uniche certezze riguardano la massa di questa Gran Turismo a zero emissioni che dovrebbe rimanere sotto la soglia dei 1.800 km e la sua autonomia che con una carica elettrica completa dovrebbe raggiungere i 500 km, calcolati secondo il nuovo e decisamente più inflessibile standard e WLTP.

Per il momento rimangono invece avvolti nel mistero i dati relativi alla potenza e alle prestazioni offerte dalla Mark Zero, anche se è emerso che l’azienda svizzera potrà contare su inediti e sofisticati nuova tecnologia per gli accumulatori sviluppata da una joint-venture sino-tedesca. Le altre informazioni sulla Mark Zero verranno diramate nel corso della conferenza stampa che si terrà alla kermesse ginevrina in occasione della presentazione della vettura.

La Gran Turismo con powertrain elettrico sfrutterà una piattaforma modulare e adattabile anche per schemi tecnici ibridi, a idrogeno e per motori termici tradizionali. Il piano industriale dell’azienda di Anton Piech e Rea Stark Rajcic prevede infatti già tre varianti, di cui due verranno realizzati nel prossimo futuro: oltre infatti alla due posti elettrica, la Piëch Automotive realizzerà anche una vettura quattro posti e un SUV, seguendo così anche le ultime tendenze “imposte” dal settore automotive. Questa particolare piattaforma flessibile supporterà anche la guida autonoma, anche se su questo tema i due giovani imprenditori si muoveranno in maniera cauta. Per il momento, la Piëch Automotive non ha legami con il Gruppo Volskwagen o altri costruttori internazionali, ma ovviamente i due fondatori non escludono in futuro possibili collaborazioni.

I Video di Motori.it

Lucas Di Grassi racconta l’Audi RS e-tron GT

Altri contenuti