Toyota Prius: la AWD-i arriva in Europa

Oltre alla trazione integrale l’ibrida Toyota per eccellenza guadagna aggiornamenti estetici e nuovi sistemi di assistenza alla guida.

Toyota Prius: la AWD-i arriva in Europa

di Valerio Verdone

18 Gennaio 2019

Oggi tutti parlano di auto ibride e ogni costruttore segue la via dell’elettrificazione, ma Toyota è stato il Brand che ha puntato forte su questa tecnologia sin da tempi non sospetti e la Prius è la sua bandiera: un’auto che ha avuto e continua ad avere un grande successo che adesso riceve l’ennesimo aggiornamento e diventa anche integrale.

Rivista nei dettagli estetici come i gruppi ottici ed il paraurti anteriore, la Prius AWD-i, questo il nome della vettura che debutterà sul mercato europeo, porterà in dote anche due livree inedite, denominate Aqua Breeze metallic ed Emotion Red 2, mentre l’abitacolo guadagna uno schermo touch da 7 pollici, un’area più ampia per posizionare lo smartphone per la ricarica wireless, nuovi sedili e inserti in piano black.

Sotto pelle per favorire la trazione al retrotreno ecco che arriva un motore elettrico ulteriore capace di sviluppare ben 570 Nm di coppia massima che entra in gioco in caso di perdita d’aderenza, quando, fino a 70 km/h, o fino a 10 km/h in caso di accelerazione, la preponderante trazione anteriore non basta. Per il resto, ritroviamo la meccanica nota, compreso il 1.8 a ciclo Atkinson, accoppiato ad un altro motore elettrico, da 122 CV e 142 Nm di coppia massima. Nonostante le modifiche al retrotreno il bagagliaio perde solamente 45 litri, mentre a livello di consumi ed emissioni la Casa dichiara nel ciclo Nedc 4,4 l/100 km e 99 g/km di Co2.

In questo quadro, che sottolinea l’accresciuta poliedricità d’utilizzo della Prius, è doveroso sottolineare come la sicurezza della vettura venga incrementata dall’arrivo del cruise control adattivo, del sistema di mantenimento della corsia, e della frenata autonoma. Tutti dispositivi previsti nella dotazione di serie.

Tutto su: Toyota Prius