Bmw Serie 7 2019: la versione restyling è anche ibrida

La berlina di fascia alta bavarese cambia più “sotto” che “fuori”: l’aggiornamento estetico introduce ad un più ampio programma di upgrade tecnologico.

Aggiornata nel corpo vettura, ed ulteriormente “impreziosita” nelle dotazioni di bordo: ecco, in estrema sintesi, la “carta d’identità” per la nuova versione-restyling Model Year 2019 di Bmw Serie 7, chiamata a rinnovare l’ancor giovane lineup di fascia alta del marchio di Monaco di Baviera (l’attuale generazione è in listino dal 2015), secondo un programma di aggiornamento avviato alcuni mesi fa dal SUV luxury X7. Il “lancio” commerciale è fissato per marzo 2019.

Fra le novità di carattere estetico, si segnalano un facelift nella zona frontale, leggermente “rialzato” in corrispondenza della mascherina, il restyling al classico “doppio rene”, notevolmente più largo e dalle dimensioni equiparabili a quelle del SUV-ammiraglia X7, l’aggiunta di nuove finiture cromate, l’assottigliamento dei gruppi ottici anteriori (a tecnologia Adaptive Led oppure Laserlight a richiesta) ed un nuovo stile per il cofano motore; aggiornati anche i cerchi in lega da 21”, le modanature sottoporta arricchite con apposite feritoie per l’ottimizzazione dei flussi, un ispessimento della finestratura (5 mm in più) ed un più ampio impiego di materiali fonoassorbenti per ottenere un livello di isolamento termoacustico a bordo ancora superiore.

Confermate le due varianti di passo

Come già avvenuto per l’attuale serie, anche nella nuova Bmw Serie 7 le configurazioni di corpo vettura disponibili sono due, entrambe differenti nell’interasse e più lunghe di 22 mm: passo “standard” (lunghezza totale 5,12 m) e passo lungo (5,26 m: vale a dire 14 cm in più). Immutati gli ingombri in termini di larghezza e altezza, che misurano rispettivamente 1,9 m e 1,47 (standard) e 1,48 m (passo lungo).

Abitacolo: tutti gli aggiornamenti

All’interno, Bmw Serie 7 2019 mantiene, ulteriormente affinata, la consueta cura nella scelta dei materiali e nell’apposizione dei rivestimenti propria dell’”immagine” della produzione bavarese, ovviamente amplificate dal carattere “alto di gamma” della berlina di classe medio-elevata Bmw. Nello specifico, l’allestimento “standard” propone rivestimenti in pelle “Dakota” in cinque varianti di tinta – oppure, a scelta, sei cromatismi in caso di scelta dei rivestimenti in pelle Nappa “Exclusive” -, a loro volta impreziositi da una nuova trama di cucitura. Da segnalare, inoltre, le finiture in “American Oak Dark” accompagnate da accenti metallici e pioppo grigio lucido. La disponibilità di un “kit” “Design Pure Excellence” offre un livello ancora superiore di allestimento (ne fanno parte, fra gli altri, rivestimenti in Alcantara, battitacco in alluminio ad effetto spazzolato, zona inferiore del cruscotto impreziosita da cuciture ad hoc, dettagli in legno pregiato); fa poi parte del portafoglio accessori il consueto “pacchetto” M Sport (volante e pedaliera sportivi “M”, sedili “Comfort”, battitacco “M” illuminati, nuovi inserti “Fineline Black” in legno).

Elettronica e connettività

La dotazione di serie per Bmw Serie 7 2019 prevede il modulo Bmw Live Cockpit Professional, dispositivo che tramite controllo del sistema operativo Bmw Operating System 7.0 e interfacciandosi con i display touch, l’iDrive collocato sul tunnel centrale, i comandi multifunzione al volante ed i comandi vocali (c’è anche l’assistente personale attivabile con la frase “Hey Bmw”) provvede alla gestione della strumentazione digitale (a schermo da 10.25”) e delle funzionalità infotainment (display da 12.3”).

Gli accessori per la versione a passo lungo

Ovviamente rivolta ad una clientela di particolare “nicchia”, la variante a passo lungo di Bmw Serie 7 consta di dotazioni dedicate al massimo benessere a bordo, in special modo per gli occupanti le file posteriori di sedili: climatizzatore quadri-zona a controllo elettronico, sedili a regolazione ed a funzione massaggio, comandi “Executive lounge Seating” ed “Executive lounge”, un modulo multimediale separato, per la zona posteriore dell’abitacolo, che comprende una coppia di schermi Full-HD da 10” con lettore Blu-ray per l’accesso alle funzioni di navigazione, e nuovo tablet estraibile Bmw Touch Command da 7” utilizzabile anche al di fuori del veicolo e che, tra le varie possibilità, permette il controllo dell’inclinazione e temperatura sedili, dell’impianto di climatizzazione e la visualizzazione delle funzionalità infotainment.

Sotto il cofano: unità benzina, diesel e plug-in

Relativamente alla gamma delle motorizzazioni, Bmw Serie 7 “Model Year 2019” si articola su varianti benzina, turbodiesel e la novità ibrida plug-in; contestualmente, è stato aggiornato nell’elettronica il collaudato cambio Steptronic ad otto rapporti, e la trazione integrale (che sfrutta il consueto schema xDrive esclusivo Bmw) può “ovviamente” essere abbinato alla propulsione elettrificata.

Nel dettaglio, le versioni di Bmw Serie 7 a benzina prevedono i modelli 750i xDrive (aggiornato 4.4 V8 da 530 CV) e la declinazione alto di gamma M760Li xDrive (6.6 V12 da 585 CV). Le varianti turbodiesel – tutte 3.0 a sei cilindri in linea – sono: 730d da 265 CV, 740d xDrive da 320 CV e 750d xDrive da 400 CV. Il modello ibrido plug-in Bmw 745e viene equipaggiato con l’unità benzina da 3 litri a sei cilindri in linea abbinata ad un motore elettrico sincrono alimentato da una batteria in grado di assicurare un’autonomia massima di fino a 58 km in modalità elettrica; la potenza complessiva raggiunge quota 394 CV.

Bmw Serie 7 2019: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Bmw Serie 1 al Salone di Francoforte 2019

Altri contenuti