Nissan Juke: la seconda generazione debutterà la prossima estate

La seconda generazione del crossover nipponico avrà un design meno estremo crescerà in dimensioni e vanterà anche una variante elettrica.

Nissan Juke: la seconda generazione debutterà la prossima estate

di Francesco Donnici

13 Dicembre 2018

Svelata nel 2010 in occasione del Salone di Ginevra, la Nissan Juke in poco tempo conquistò un importante fetta di mercato nel segmento dei B-SUV che in quel periodo iniziò la sua inarrestabile ascesa. Tra gli ingredienti che hanno decretato il successo del piccolo crossover giapponese troviamo un design decisamente originale e fuori dagli schemi, una meccanica affidabile ed economa e una dotazione tecnologica all’avanguardia.

Dopo tutti questi anni di onorata carriera, il Costruttore nipponico è pronto a rinnovare il suo “baby” SUV con una generazione totalmente inedita che dovrebbe essere presentata entro l’estate del 2019. Il nuovo modello punterà su una linea molto più classica e sull’uso di tecnologie avanzate. La conferma arriva direttamente dal CCO di Nissan, Shiro Nakamura, che ha dichiarato che il design della nuova Juke rimarrà riconoscibile, ma meno “audace” di quello che caratterizza la prima versione. Nakamura ha inoltre assicurato che il nuovo crossover verrà proposto anche in una variante a zero emissioni equipaggiata con una meccanica 100% elettrica derivata da quella utilizzata dai modelli Nissan Leaf e Renault Zoe. La Juke elettrica potrebbe quindi vantare una potenza di circa 150 CV e un’autonomia di ben 350-400 km effettuati con una sola carica di energia.

Per quanto riguarda il resto della gamma, il B-SUV nipponico metterà a disposizione un’ampia offerta di unità alimentate a benzina, mentre l’uso di motori diesel sembra ancora incerto. Per quanto riguarda i propulsori a benzina, non dovrebbe mancare l’unità 900 cc della Micra, potenziato fino a toccare 100 CV, mentre chi desidererà maggiore potenza potrà optare per il 1.3 litri TCe di origine Renault, declinato negli step da 130 e 150 CV. Al top di gamma si posizionerà la versione ad alte prestazioni turbo benzina denominata Nismo, in grado di sviluppare una potenza di circa 200 CV. Non è da escludere inoltre, l’arrivo in un secondo momento di una variante ibrida.

Novità anche per quanto riguarda le dimensioni della seconda generazione della Juke: la vettura potrebbe contare su un passo allungato fino a raggiungere un totale di 260 cm, mentre la lunghezza complessiva della vettura potrebbe toccare i 420 cm. Le dimensioni più importanti andrebbero a vantaggio dell’abitabilità interna, specie per quella posteriore che risulta leggermente sacrificata sull’attuale versione. Infine anche la dotazione di accessori e dispositivi elettronici sarà implementata, con una particolare attenzione nei confronti dei sistemi di assistenza alla guida (ADAS).

Tutto su: Nissan Juke