Skoda Kodiaq GT: SUV coupé per il mercato cinese

Un design ulteriormente affinato in dinamicità introduce la variante “coupé” dello Sport Utility boemo: non lo vedremo in Europa, ma è riservato unicamente alla Cina dove le vendite SUV trainano la presenza Skoda.

Un po’ a sorpresa, in queste ore Skoda anticipa nel dettaglio delle caratteristiche tecniche e in una prima carrellata di immagini l’inedita variante GT dello “Sport Utility” Kodiaq, con la differenza – rispetto a quest’ultimo – che non si tratta di un prodotto “europeo”, quanto di una declinazione sviluppata specificamente per il mercato cinese, particolarmente ricettivo, del resto, nei confronti della gamma del Costruttore boemo, che nel 2017 vi ha totalizzato un monte-vendite di circa 325.000 unità. Una ampia “fetta” di consegne a marchio Skoda in Cina interessa proprio la lineup SUV, sempre più centrale fra le strategie di riposizionamento dei big player a livello globale ed a cui, come è facilmente intuibile dai dati di vendita e dalle prospettive di mercato, Skoda non rappresenta alcuna eccezione.

Motivo per il quale viene ora svelata una variante specifica per il mercato cinese, che si ispira al modello Kodiaq regolarmente in vendita anche in Italia, ed a cui i designer di Mlada Boleslav hanno imposto un differente profilo al corpo vettura ed una serie di particolari dall’allure marcatamente sportiva, in modo da rendere l’immagine di Skoda Kodiaq GT ancora più dinamica (e non sarebbe male una sua esportazione anche nei nostri mercati).

Più in dettaglio, Skoda Kodiaq GT mette in evidenza un approccio piuttosto personale al “volume” posteriore del veicolo, dominato dall’andamento spiovente del tetto che dirada verso un sottile lunotto molto inclinato, montanti posteriori giocoforza modificati e finestratura che segue il nuovo profilo. Il risultato, piacevole, conferisce snellezza ed agilità all’immagine complessiva di Skoda Kodiaq, che anche in virtù di un sensibile “taglio” all’ingombro longitudinale – la lunghezza, 4,63 m, risulta 70 mm in meno rispetto a quella di Kodiaq -, all’adozione di un inedito quanto necessario (per motivi aerodinamici dettati dal nuovo design) spoiler posteriore collocato sulla sommità del portellone, di gruppi ottici “di coda” a Led rinnovati nella forma e nella presenza di terminali di scarico rotondi non integrati nel paraurti, dimostra un’allure più sportiveggiante. L’abitacolo, invece, è sostanzialmente invariato: fra gli accessori, è presente la strumentazione digitale Virtual Cockpit. Riguardo alla dotazione multimediale, a bordo di Skoda Kodiaq GT c’è il modulo infotainment con hotspot WiFi e sistema compatibile con gli standard Apple CarPlay, MirrorLink e CarLife del motore di ricerca cinese Baidu. L’equipaggiamento comprende, inoltre, alcune delle pratiche soluzioni “Simply Clever” sviluppate dall’azienda di Mlada Bpoleslav per aumentare il comfort e la “usability” in termini di praticità e versatilità di impiego della propria gamma.

Sotto il cofano, Skoda Kodiaq GT viene equipaggiata con la collaudata unità a benzina turbocompressa 2.0 TSI, declinata in due livelli di potenza: 186 CV e 220 CV, la prima abbinata alla trazione anteriore, la seconda a trazione integrale e cambio DSG sette raporti con comando a doppia frizione. L’assortimento di sistemi di sicurezza attiva ed ausilio alla guida propone, fra gli altri, Cruise Control adattivo ACC con funzione Stop&Go, Blind Spot Detect e Front Assist.

Skoda Kodiaq GT 2018: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

I 125 anni di Skoda

Altri contenuti