Bmw Serie 3: in anteprima al Salone di Parigi

Riflettori puntati sulla versione “Model Year 2019” della media-bestseller bavarese: aumentata negli ingombri esterni, aggiornata nei contenuti e nei sistemi di assistenza, sarà sul mercato a marzo 2019.

Fra le novità principali in esposizione al Salone di Parigi 2018 (qui la nostra guida al’evento, in programma fino a domenica 14 ottobre), Bmw svela ufficialmente la nuova generazione di Serie 3, modello-bestseller del marchio bavarese che porta in dote un ampio ventaglio di aggiornamenti, nuove dimensioni esterne e – come di consueto fra le “new entry” più recenti – una nuova generazione di sistemi di sicurezza attiva ed ausilio alla guida, servizi multimediali e – in proiezione di un prossimo ampliamento di gamma – l’annuncio di una variante ad alimentazione ibrida plug-in. Ma andiamo con ordine.

La settima generazione di Bmw Serie 3 che fa bella mostra di se al “Mondial de l’Automobile” a sette anni dal debutto del modello precedente entrerà in fase commerciale a marzo 2019, su una lineup di quattro allestimenti (ciascuno dei quali provvisto di un allure personale): “Advantage”, “Sport Line”, “Luxury” e l’immancabile M Sport; nonché su una gamma di varianti a benzina e gasolio che si aprirà con la versione 320i (2.0 benzina quattro cilindri da 184 CV) e, salendo di livello, proseguirà con 330i (2.0 benzina dalla potenza portata a 258 CV) e, sul fronte turbodiesel, 320d (2.0 190 CV) che verrà proposta a trazione posteriore ed a quattro ruote motrici (secondo il consueto schema xDrive) e 330d equipaggiata con l’unità da tre litri a sei cilindri in linea da 265 CV. Dopo la metà del 2019, la nuova generazione di Bmw Serie 3 vedrà l’ingresso del modello ibrido ricaricabile 330e, dall’autonomia di 60 km in modalità 100% elettrica, e la sportiva alto di gamma M340i xDrive che verrà dotata con la ben conosciuta motorizzazione 3 litri 6 cilindri in linea a tecnologia M TwinPower Turbo e 374 CV di potenza.

Relativamente ai nuovi contenuti tecnici messi in evidenza dalla settima generazione di Bmw Serie 3, da segnalare un deciso aumento negli ingombri esterni, soprattutto insenso longitudinale: la lunghezza cresce di 76 mm, arrivando a sfiorare 4,71 m in special modo per via di un passo maggiore (2.851 mm, cioè 43 mm in più); per contro, larghezza (16 mm in più: ora misura poco meno di 1,83 m) ed altezza (1,442 mm) sono praticamente invariate. Il corpo vettura, anche in virtù di uno sbalzo posteriore più pronunciato – soluzione adottata dai designer Bmw anche per accentuare la penetrazione aerodinamica del veicolo – ed una crescita a livello di carreggiate (anterioremnte 43 mm in più, posteriormente 21 mm in più), assume un impatto visivo maggiormente slanciato, pur mantenendo le apprezzate caratteristiche di dinamicità che concorrono a rendere la “media” bavarese uno dei modelli di maggiore successo fra gli appassionati di berline dall’intonazione sportiva. Fra gli stilemi Bmw oggetto di restyling, il caratteristico “doppio rene” anteriore che assume dimensioni maggiori, in linea con le più recenti novità del marchio bavarese, e un nuovo disegno per la fanaleria anteriore, a seconda dei modelli e degli accessori in opzione disponibile a tecnologia Full Led, Adaptive Led oppure la più sofisticata Bmw Laserlight. Altra novità: una sostanziale modifica al “gomito di Hofmeister” (cioè il caratteristico andamento ricurvo della zona inferiore nei finestriniposteriori), elemento stilistico peculiare della produzione Bmw. In “coda”, Bmw Serie 3 2019 mette in evidenza un nuovo spoiler sulla sommità del baule e nuovi gruppi ottici “a L”.

All’interno, l’abitacolo di Bmw Serie 3 2019 si segnala per un marcato aggiornamento nei disegni e nel layout, finalizzati ad un re-engineering dei dispositivi di bordo: strumentazione con display digitale da 12.3” integrata da uno schermo touch – collocato sulla sommità della consolle centrale – da 8.8” (disponbile, in opzione, da 12.5”), ed un ampio tunnel (altra caratteristica Bmw) che ora presenta un nuovo pannello all’interno dei quali vengono raggruppati i comandi principali; il comando cambio, dalla consueta corta leva, è manuale a sei rapporti oppure Steptronic otto rapporti di nuova generazione, a seconda delle singole versioni. L’impianto di climatizzazione può essere ottenuto di tipo automatico tri-zona. Posteriormente, il divanetto presenta gli schienali frazionabili a schema 40 : 20 : 40, soluzione particolarmente utile per lo stivaggio di oggetti voluminosi. Buona, in rapporto al corpo vettura “tre volumi”, la capacità del vano bagagli: 480 litri.

L’assetto di Bmw Serie 3 2019 si avvale, all’avantreno, di un “universale” sistema tipo McPherson; al retrotreno, una geometria, di origine dichiaratamente “corsaiola”, multilink a cinque bracci. Come già avviene nelle proposte Bmw, l’elenco degli accessori ottenibili in opzione contemplerà, anche per Serie 3 2019, le sospensioni M Sport e la più sofisticata tecnologia Adaptive M.

Relativamente alla dotazione di bordo, la settima generazione di Bmw Serie 3 verrà equipaggiata, fra gli altri, con il sistema operativo Bmw 7.0 fornito di assistente vocale ai comandi che memorizza le preferenze e gli stili impostati dal conducente, il sistema di frenata autonoma d’emergenza corredato da una versione aggiornata dell’avviso di urto con pedone e ciclisti e funzione City Braking, e – a richiesta – il dispositivo Driving Assistant Professional.

BMW al Salone di Parigi 2018 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

BMW Serie 4 Cabrio 2021

Altri contenuti