Bmw Vision iNext: il futuro è ormai alle porte

Il prototipo di SUV della Casa di Monaco anticipa la versione di serie dotata di guida autonoma che debutterà nel 2021.

La Casa di Monaco ci regala un interessante sguardo verso la mobilità di un futuro ormai prossimo svelando l’inedita Bmw Vision iNext. Il futuristico prototipo di SUV è stato mostrato in anteprima ad un numero ristretto di giornalisti in quattro diverse città (Monaco, New York, Pechino e San Francisco), dove il veicolo è stato trasportato in gran segreto a bordo di un Boeing 777 cargo della Lufthansa.

Ora però, la Vision iNext si svela a tutti tramite un’ampia galleria fotografica correlata dai dati tecnici del futuristico veicolo. Questa concept anticipa quindi un SUV a guida autonoma pronto a debuttare sui mercati internazionali alla fine del 2021: la vettura metterà a disposizione due differenti modalità di guida battezzate Ease e Boost. La prima modalità permetterà alla vettura di controllare la guida in maniera autonoma su determinate strade e in alcune condizioni, mentre la funzione Boost permetterà al pilota di gestire manualmente il mezzo. Grazie a questa tecnologia, Bmw permetterà di bypassare la guida durante le fasi più noiose, come ad esempio in situazioni di traffico congestionato, ma quando si avrà voglia sarà possibile assaporare il piacere della guida nel senso del termine più “tradizionale”.

La Bmw Vision iNext porta al debutto anche un nuovo linguaggio stilistico che con ogni probabilità caratterizzerà anche il look dei futuri modelli della Casa dell’Elica. Le informazioni relative alla meccanica e alla tecnologia utilizzata dalla vettura rimangono però ancora scarne: si sa che la Vision iNext sfrutterà una meccanica 100% elettrica, ma non si conoscono ancora la potenza disponibile e l’autonomia d’esercizio offerta. Per quanto riguarda la guida autonoma, la versione di serie della vettura sarà di livello 3, ma vanterà anche capacità di guida – almeno dal punto di vista teorico – di livello 4 e 5, anche se il costruttore tedesco ha precisato che non interessato al settore dei taxi autonomi.

Il livello 3 di guida autonoma permetterà al SUV di Bmw di effettuare alcune manovre di guida – come ad esempio i cambi di corsia e i sorpassi – senza che il pilota abbia la necessità di tenere le mani sul volante, mentre il livello 4 permette di affidare tutte le funzioni di guida all’automobile in alcune condizioni, compresa la guida nei centri urbani. La gestione delle due modalità di guida Ease e Boost sarà affidata ad un assistente vocale di nuova concezione, sviluppato utilizzando le ultime tecnologie relative all’Intelligenza Artificiale.

Bmw Vision iNext: le immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti