Land Rover Defender: la nuova generazione debutterà nel 2020

La nuova generazione della Defender sarà tutta nuova e molto tecnologica, ma manterrà il suo spirito di inarrestabile off road.

Land Rover Defender: la nuova generazione debutterà nel 2020

Tutto su: Land Rover Defender

di Francesco Donnici

10 settembre 2018

Land Rover si prepara a lanciare la nuova ed attesissima Defender, erede dell’inarrestabile 4×4 ed icona dei fuoristrada distribuita dal 1948 al 2016 in ben 4 differenti generazioni. La rinnovata Dedender sarà proposta in due differenti dimensioni di passo, a cui potrebbe aggiungersi anche una variante pick-up e una dotata di tetto in tela asportabile o ripiegabile, con lo scopo di soddisfare le più svariate esigenze di utilizzo, mentre il suo debutto nelle concessionarie dovrebbe avvenire nel secondo trimestre del 2020.

Dal punto di vista estetico, l’inedito modello sfoggerà linee piuttosto squadrate ed erediterà il family feeling visto sui modelli più recenti del costruttore britannico. La vettura sfoggerà un tetto piatto e fiancate lisce, così come il portellone posteriore sarà verticale e dalla forma squadrata, mentre la vista frontale si distinguerà per la sottile mascherina chiamata a dividete i proiettori con tecnologia LED.

Dal punto di vista tecnico e meccanico, la nuova Defender abbandonerà l’uso del tradizionale telaio a longheroni in acciaio separato dalla carrozzeria – tipico dei fuori strada duri e puri – per adottare la nuova piattaforma MLA (Modular Longitudinal Architecture) realizzata in leggero alluminio che verrà utilizzata in futuro anche su altri modelli del gruppo inglese. L’opzione di utilizzare una struttura monoscocca in alluminio avrà ricadute positive sui sul confort e sulla maneggevolezza in strada che sull’ottimizzazione di consumi ed emissioni inquinanti. Le doti fuoristradistiche non dovrebbero comunque risentire di questa scelta, considerando l’abbondante uso di sistemi elettronici di ausilio alla guida in off road, senza dimenticare l’utilizzo di sospensioni posteriori multilink che permetteranno un controllo maggiore delle singole ruote.

Le sofisticate caratteristiche della nuova Land Rover Defender ovviamente avranno una ricaduta sul prezzo di vendita che risulterà piuttosto elevato, si parla infatti di un listino che dovrebbe partire da un minimo di 40.000 euro. La svolta “premium” della futura Defender avrà ricadute positivi anche sulla dotazione tecnologica della vettura: al suo interno troveremo finiture e materiali di livello superiore che faranno da contorno ad una dotazione più sofisticata che comprenderà anche un avanzata sistemi di infotainment con cui si potrà gestire una vasta serie di funzioni, dalla navigazione satellitare GPS, alla connettività per smartphone, passando alle immagini trasmesse dalle telecamere anteriori installate per aiutare il guidatore ad individuare ostacoli nascosti durante la guida in fuoristrada.