Bmw X5 xDrive45e iPerformance: guadagna potenza ed autonomia

La nuova gererazione del SUV alto di gamma ad alimentazione ibrida ricaricabile debutterà sul mercato nel 2019: ecco in anteprima le caratteristiche tecniche e l’equipaggiamento.

Bmw X5 xDrive45e iPerformance: guadagna potenza ed autonomia

Tutto su: BMW X5

di Francesco Giorgi

10 settembre 2018

Bmw annuncia in queste ore il prossimo debutto della nuova variante a propulsione ibrida plug-in per lo Sport Utility alto di gamma X5 di recente aggiornamento e di prossimo debutto sul mercato: un’anticipazione peraltro in linea con il “piano” annunciato nei mesi scorsi dai vertici di Monaco di Baviera, che prevede l’introduzione nella propria futura lineup di 25 modelli elettrificati (12 dei quali disporranno di un powertrain 100% elettrico): una strategia eco friendly che, dal punto di vista dell’evoluzione tecnica, si concretizzerà anche attraverso il sostanziale upgrade in fase di sviluppo per le proprie piattaforme, che consentirà l’adozione di moduli propulsivi “tradizionali” così come elettrici ed ibridi. A quest’ultimo “gruppo” appartiene Bmw X5 xDrive45e iPerformance, appunto la prossima declinazione ibrida ricaricabile della gamma X5 (va ricordato, in effetti, che l’attuale serie dello “Sport Utility” full size bavarese sfrutta il pianale CLAR-CLuster ARchitecture, chiamato a fare da “base di partenza”, seppure in edizione aggiornata alle nuove esigenze di alimentazione, alla futura iNEXT attesa entro il 2021).

Sotto i riflettori della novità comunicata da Bmw, c’è “ovviamente” il sistema di propulsione ad alimentazione ibrida ricaricabile: nel dettaglio, la imminente Bmw X5 xDrive45e iPerformance viene equipaggiata con la ben conosciuta unità motrice 3.0 TwinPower Turbo a benzina (motore che fa già parte delle proposte sportive di media gamma bavaresi e rientra nella “famiglia” dei propulsori a tecnologia Bmw EfficientDynamics), in grado di erogare una potenza nell’ordine di 286 CV, abbinata ad un powertrain elettrico (tecnologia Bmw eDrive) da 112 CV, a sua volta alimentato da una batteria agli ioni di litio con un sistema di gestione “intelligente” dell’energia. Complessivamente, la potenza erogata dal modulo biturbo benzina-elettrico di Bmw X5 xDrive45e iPerformance viene annunciata in 394 CV, per una forza motrice da 600 Nm di coppia massima. L’unità ibrida plug-in della proposta SUV bavarese attesa su strada nel 2019 viene abbinata, dal punto di vista del sistema trasmissione, al consueto schema di trazione integrale Bmw xDrive (con distribuzione della coppia motrice su tutte e quattro le ruote nella modalità di funzionamento 100% elettrica, così come nel caso il conducente utilizzi soltanto il motore a combustione interna, oppure si affidi al modulo ibrido: un progetto rivolto alla massima versatilità di impiego in qualunque situazione di guida, “on” e “off” road), nonché al cambio Steptronic ad otto rapporti. Già comunicati i valori prestazionali: Bmw X5 xDrive45e iPerformance sarà in grado di raggiungere una velocità massima di 235 km/h, e i 100 km/h con partenza da fermo in 5”6. In modalità elettrica, la velocità massima raggiungibile sarà di 140 km/h, vale a dire 20 km/h in più rispetto alla precedente serie della ibrida plug-in. Da segnalare, altresì, una maggiore autonomia di marcia in modalità totalmente elettrica: fino a 80 km a zero emissioni. Sul fronte consumi ed emissioni, Bmw ne dichiara (secondo il nuovo ciclo WLTP definitivamente entrato in vigore lo scorso 1 settembre dopo un anno di “tolleranza”, e adattato al “vecchio” NEDC per motivi di confronto) 49 g/km di CO2 e 2,1 litri ogni 100 km.

Riguardo alle peculiarità di telaio, da segnalare l’alloggiamento della batteria agli ioni di litio per l’alimentazione del motore elettrico nella zona inferiore del pianale: in questo modo, il baricentro risulta inferiore rispetto agli altri modelli di segmento. La capacità del vano bagagli sottrae circa 150 litri alla capienza di X5: nel normale assetto di marcia, il bagagliaio offre 500 litri, che possono aumentare a 1.716 con i sedili posteriori totalmente abbattuti. Il volume del serbatoio carburante è di 69 litri, quantitativo che si annuncia adeguato ai lunghi viaggi se rapportato con le possibilità di risparmio offerte dalla motorizzazione ibrida ricaricabile. L’assetto si avvale, di serie, di uno schema di sospensioni pneumatiche e di un set di ammortizzatori a controllo elettronico: a richiesta, annuncia Bmw, sarà fra gli altri disponibile lo sterzo a tecnologia Integral Active Steering con retrotreno direzionale.

Invariate, nel complesso, le altre caratteristiche rispetto alla nuova generazione di Bmw X5, presentata all’inizio dello scorso giugno e che si è segnalata per l’adozione di nuove soluzioni hi-tech, unite ad un generale aumento nelle dimensioni esterne. Ricordiamo brevemente che Bmw X5 2018 – la cui produzione avviene nello stabilimento Bmw di Spartanburg (South Carolina) e che debutterà sul mercato a novembre – misura 4,92 m di lunghezza (3,6 cm in più rispetto alla serie che si prepara a sostituire, anche per via dell’aumentato passo: 2.975 mm, cioè 42 mm in più), 2 m di larghezza (6,6 cm in più) e 1,745 m di altezza (1,9 cm in più). Il bagagliaio offre un volume di 645 litri, aumentabili fino a 1.860. La gamma delle motorizzazioni annunciate in occasione dell’anteprima di inizio giugno si articola sulle varianti xDrive50i (V8 TwinPower Turbo da 462 CV e 650 Nm di coppia massima destinato al nord America), X5 M50d (unità 3.0 quadri-turbo da 400 CV e 760 Nm, per 250 km/h di velocità massima e 5”2 per lo scatto da 0 a 100 km/h), xDrive30d (265 CV e 400 Nm, 0-100 km/h in 6”5) e X5 xDrive40i (unità TwinPower Turbo da 340 CV e 450 Nm). La dotazione prevede, fra gli altri, il Bmw Live Cockpit Professional con Control display da 12.3” e strumentazione digitale (stesse dimensioni) controllati dal sistema operativo Bmw Operating System 7.0, l’Head-up Display a richiesta e, riguardo alla dotazione di sistemi di sicurezza attiva ed ausilio alla guida, Active Cruise Control con funzione Stop&Go, dispositivo di assistenza alla sterzata con Lane Change Warning e Lane Departure Warning, sistema di mantenimento della corsia di marcia, Emergency Stop Assistant, Reversing Assistant, frenata autonoma d’emergenza, Cross Traffic Warning e avviso al conducente di marcia contromano e indicazione di dare precedenza.