Audi A1 2019: ecco la nuova piccola di Ingolstadt

Niente motori diesel ma soltanto a benzina; leggermente aumentata nelle dimensioni; corpo vettura a cinque porte; ricco assortimento di dotazioni hi-tech. Audi A1 sarà nelle concessionarie a novembre.

Ad otto anni dal debutto della prima generazione – accolta con discreto successo dai mercati – i vertici di Ingolstadt rilasciano i primi dettagli ufficiali della nuova serie di Audi A1, il cui debutto commerciale è fissato per i prossimi mesi.

Con la aggiornata A1, Audi propone un nuovo capitolo della propria lineup di segmento B premium, una “nicchia” di mercato non nuova per il marchio dei Quattro Anelli; tuttavia, dopo le poco fortunate Audi 50 (“cugina”, a metà anni 70, della prima Volkswagen Polo e ritirata anzitempo dalla produzione a causa di un prezzo più elevato rispetto alla baby VW) ed Audi A2 (coraggioso progetto di vettura da città caratterizzata da soluzioni tecniche decisamente interessanti, ma non capite appieno dalla clientela), con A1 il marchio di Ingolstadt ha dimostrato di avere intrapreso un percorso magari meno “anticonformista”, però più in linea con le esigenze degli utenti.

In rapporto alla precedente edizione, in ogni caso, la nuova Audi A1 2019 (che verrà declinata in edizione cinque porte “Sportback”, come messo in evidenza dalle prime immagini ufficiali, che seguono un teaser di anteprima pubblicato nei giorni scorsi), allestita sulla piattaforma modulare MQB A0 (Modularer Baukasten), il pianale compatto che deriva dall’ormai collaudato MQB che aveva debuttato nel 2012 per Volkswagen Golf 7 ed Audi A3 e che, in versione “A0”, costituisce l’”ossatura” di Seat Ibiza, Volkswagen Polo e, fra i piani di prossima esecuzione, della futura nuova generazione di Skoda Fabia, si presenta aumentata nelle dimensioni esterne, così come nello spazio a disposizione degli occupanti e nella più elevata capacità di trasporto bagagli.

Dimensioni Audi A1

Dati alla mano, la lunghezza “fuori tutto” misura 4,03 m (circa 40 mm in più rispetto alla “vecchia” A1), il “passo” offre 90 mm in più, la larghezza è 1,74 m e l’altezza (1,41 m) “perde” 13 mm. Complessivamente, le linee esterne si dichiarano maggiormente “filanti” e un po’ più dinamiche, un atout ulteriormente caratterizzato dalla presenza di “sbalzi” (anteriore e posteriore) ridotti e dallo studio di carreggiate più larghe. Da segnalare, ai fini della versatilità di impiego, i 65 litri in più al bagagliaio nel normale assetto di marcia: 335 litri, laddove la precedente generazione di Audi A1 si fermava a 270 l; a sedili posteriori totalmente abbattuti, la capienza arriva a 1.090 litri. Come accennato, in virtù dell’adozione della nuova piattaforma MQB A0, c’è più spazio in senso longitudinale a disposizione degli occupanti la fila posteriore di sedili.

Dal punto di vista estetico, Audi A1 Sportback 2019 mette in evidenza un’immagine sportiva (chiara evoluzione della precedente serie), enfatizzata da un’ampia griglia anteriore nell’ormai classico disegno “single frame” – qui collocata in posizione più ribassata, pienamente in linea con la più recente impostazione stilistica Audi – e da ampie prese d’aria laterali, che a loro volta sovrastano una vistosa modanatura inferiore nella stessa tinta della cornice calandra. La zona laterale di Audi A1, resa più “nervosa” da una profonda scalfitura inferiore e da evidenti codolini passaruota, rivela l’assenza della “terza luce” posteriore, sostituita da un largo montante C.

Carrozzeria Audi A1

La carrozzeria di Audi A1 Sportback 2019 (il nuovo modello verrà declinato in tre linee di allestimento, compresa la configurazione più sportiva S Line) prevede undici nuance di colore e, in funzione della singola declinazione, potrà essere arricchita con i consueti dettagli di stile che enfatizzano l’immagine della produzione di Ingolstadt: fra questi, la verniciatura a contrasto per il tetto, dei gusci specchi retrovisori esterni, dello spoiler anteriore e delle modanature sottoporta. Audi A1 Sportback 2019 sarà disponibile alle ordinazioni a partire dalle prossime settimane; il debutto nelle concessionarie è previsto per il mese di novembre, con una “special di lancio” A1 Sportback Edition che verrà equipaggiata con cerchi in lega da 18” e fanaleria – anteriore e posteriore – a Led. I dettagli relativi ai prezzi di vendita verranno comunicati più avanti; è in ogni caso possibile ipotizzarne importi a partire da circa 20.000 euro.

Motorizzazioni Audi A1

Da segnalare, relativamente alla lineup delle motorizzazioni, la presenza di unità motrici esclusivamente a benzina (niente diesel, dunque, come del resto indicato dai vertici VAG per la propria gamma “small”): Audi A1 Sportback 2019 verrà equipaggiata con i motori turbocompressi TFSI provvisti di filtro antiparticolato su livelli di potenza che vanno da 95 e 115 CV (1.0 TFSI tre cilindri dei modelli “25” e “30”, secondo la nuova denominazione utilizzata da Audi per i modelli di più recente ingresso sul mercato), a 151 CV (unità turbo quattro cilindri della “35”) a 200 CV (“40 TFSI”). Tutti i modelli verranno abbinati al cambio manuale o robotizzato S Tronic sette rapporti con comando a doppia frizione, eccezion fatta per la più performante “40 TFSI” da 200 CV, per la quale ci sarà di serie il cambio S Tronic a sei rapporti.

Sospensioni della Audi A1 2019

Lo schema delle sospensioni di Audi A1 Sportback 2019 prevede, all’avantreno, un sistema McPherson e, al retrotreno, un ponte torcente. L’equipaggiamento di assetto, indica Audi, potrà essere ulteriormente affinato, in un’allure più sportiva, con il ricorso al “Performance Dynamic Package”, kit comprendente, fra gli altri, un set di sospensioni dalla taratura più sportiva, ammortizzatori a regolazione variabile, dischi freno di maggiore diametro (312 mm all’anteriore; 272 mm al posteriore), programma di selezione delle modalità di guida “Audi Drive Delect”, con quattro impostazioni (Auto, Dynamic, Efficiency e Individual) e gestione specifica del “sound” del motore.

Hi-tech a bordo della Audi A1

Fra gli accessori proposti per Audi A1 Sportback 2019, ci sono “ovviamente” le più avanzate soluzioni multimediali studiate dai tecnici VAG, a cominciare dalla strumentazione totalmente digitale  visualizzabile attraverso un display dedicato da 10.25”; questa configurazione si accompagna alla possibilità di ottenere tre differenti funzionalità per il modulo multimediale MMI (“base”, con comandi radio al volante e attraverso le informazioni riportate nella strumentazione digitale stessa; MMI Plus, che propone uno schermo touch da 8.8”; ed MMI Navigation Plus, nel quale il display da 10.1” permette all’utente l’accesso ai servizi Audi Connect online, comprese le informazioni su traffico e individuazione parcheggi e la navigazione mediante i “tool” Google Earth e Google Street View). Altrettanto inedito è il disegno della plancia, che mette in evidenza un interessante ritorno alle linee “geometriche” degli accessori, come ad esempio le bocchette di aerazione, non più di forma rotonda ma rettangolare e più “vicine”, in questo senso, all’impostazione dei modelli superiori Audi.

Audi A1 Sportback 2019: prime immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Audi R8 Green Hell

Altri contenuti