Toyota Aygo 2018: restyling per la citycar giapponese

La “segmento A” di Toyota è pronta al lancio commerciale: sottoposta ad un profondo aggiornamento, rinnova il proprio ruolo di competitor nei confronti della nicchia citycar.

Toyota prepara il debutto per la propria “segmento A premium”: è Aygo in chiave Model Year 2018, svelata in anteprima assoluta lo scorso marzo in occasione del Salone di Ginevra e, ora, pronta a fare il proprio ingresso nella lineup del colosso giapponese anche in Italia, dove la competizione fra le “piccole” è particolarmente sentita.

Toyota Aygo, in produzione dal 2005, finora venduta in più di 760.000 unità (oltre 85.000 gli esemplari venduti nel 2017, come sempre assemblati nelle linee di montaggio TPCA-Toyota Peugeot Citroën Automobile di Koli, in Repubblica Ceca), sottoposta ad un sostanziale upgrade tre anni fa, conferma il proprio ruolo di concorrente all’interno di una competitiva “nicchia” di segmento, dominata in Italia (dati che si riferiscono al 31 dicembre 2017) da Fiat Panda e Fiat 500, e che oltre alla “baby” Toyota si articola, fra gli altri, su Hyundai i10, Opel Karl, Peugeot 108 (“erede” della 107 che, insieme alla “vecchia” Citroen C1, condivise in origine l’engineering progettuale con Aygo, sulla scorta di un accordo fra i vertici Toyota e PSA per lo sviluppo congiunto di una nuova lineup citycar), Renault Twingo, Smart fortwo e Volkswagen Up!.

Il restyling deciso dai vertici Toyota arriva, dunque, a relativamente poca distanza temporale dal precedente maquillage: un adeguamento giudicato necessario in favore di un generale “ringiovanimento” di prodotto e della relativa immagine, sempre piuttosto personale (elemento distintivo, dunque confermato seppure sottoposto ad lieve “ritocco”, è il disegno dello “scudo” frontale ad “X” che contribuisce a rendere immediatamente riconoscibile la piccola di Toyota), e nello stesso tempo  rivolto ad un affinamento delle performance e della maneggevolezza. Tutte peculiarità sintetizzate dallo chief engineer del progetto Aygo, David Terai, in tre concetti-base: “Reinterpretazione degli esterni, maggiore silenziosità ma allo stesso tempo maggiore divertimento a bordo, e costi di gestione ridotti per fare del nuovo modello un investimento ancora più appetibile”.

Nel dettaglio, la “X” anteriore viene aggiornata in un impatto tridimensionale; “riveduti e corretti” anche i gruppi ottici anteriori “Keen Look” con luci diurne a Led integrate; nuove lenti esterne alla fanaleria che si collegano visivamente alla zona posteriore del corpo vettura. La tavolozza delle tinte carrozzeria contempla tre nuance, due delle quali inedite (Rich Blue metallizzato e Magenta Splash metallizzato, ques’tultimo esclusivo per l’allestimento x-cite), e i gruppi ruota propongono esclusivi coprimozzo con cerchi da 15”.

La configurazione dell’abitacolo per la nuova Aygo 2018 impostata dai designer della Divisione Styling di Toyota Motor Europe prevede un generale rinnovamento nelle grafiche del quadro strumenti, una aggiornata combinazione cromatica fra le tinte Quarts Grey e Piano Black e specifici rivestimenti a seconda della declinazione.

Relativamente alle varianti di allestimento, la rinnovata Toyota Aygo 2018 viene declinata su cinque versioni, tutte sviluppate in previsione di un concreto programma di riposizionamento di segmento rivolto all’individuazione di nuovi target di clientela, in special modo nella fascia alta di segmento A. Ciascuno degli allestimenti, comprendente esclusivi elementi di dettaglio, si caratterizza visivamente per la tinta carrozzeria, il disegno del paraurti anteriore, la finitura dei cerchi in lega e le configurazioni abitacolo. Nello specifico, la lineup Aygo 2018 prevede, quale variante di ingresso alla gamma, la declinazione “x-cool”; seguono, nell’ordine, le versioni “x-play” (classificato “cuore” delle proposte Aygo: di serie offre cerchi in acciaio da 15”, fari projector con lightguide, sensore crepuscolare, touchscreen da 7” compatibile con Apple CarPlay e Android Auto e il Toyota Safety Sense: quest’ultimo offerto di serie già nella versione entry-level “x-cool”); “x-clusiv”, ovvero la configurazione alto di gamma per Aygo 2018: disponibile in Italia a partire dal prossimo mese di ottobre, presenta finitura bicolore per la carrozzeria (a scelta fra tre combinazioni cromatiche), cerchi in lega da 15” dall’esclusivo design a razze sdoppiate e, nell’abitacolo, sedili con inserti in pelle e sistema di ingresso a bordo ed avviamento motore keyless “Smart Entry & Push Start”.

Da segnalare l’arrivo di una inedita versione dedicata ai neopatentati: si chiama “x-fun” e prende l’allestimento “x-play” quale base di partenza; rispetto a quest’ultimo, Toyota Aygo 2018 x-fun aggiunge cerchi in lega da 15” e ruotino di scorta. La versione con cambio manuale riceve, in abbinamento, il sistema Start&Stop; la variante a cambio x-shift, dal canto suo, viene equipaggiata con il sistema keykess “Smart Entry & Push Start”.

In aggiunta agli allestimenti “standard”, la nuova gamma Toyota Aygo 2018 viene a sua volta arricchita con due “special edition”, ciascuna delle quali aggiornata periodicamente con l’obiettivo di mettere in evidenza le potenzialità del modello: l’allestimento “x-cite” (versione più esclusiva, e caratterizzata dall’adozione di esterni Magenta, cerchi in lega da 15” a finitura in nero, sedili in tessuto “Manhattan” con cuciture nella medesima tinta Magenta, bocchette di aerazione e quadro strumenti in Piano Black con relative cornici in tinta carrozzeria); e “x-trend”, conforme ad un allure maggiormente dinamico della vettura (porta in dote, fra gli altri, accenti esterni coordinati con gli inserti dei gruppi ottici, specchi retrovisori a finitura Cyan, specifiche decorazioni grafiche, cerchi in lega da 15” nel disegno a dieci razze e, per l’abitacolo, rivestimenti con inserti in pelle).

In ossequio alle più recenti evoluzioni multimediali, anche Toyota Aygo 2018 viene equipaggiata con una ricca dotazione infotainment: nel dettaglio, la strumentazione del modulo Display Audio (disponibile a partire dall’allestimento “x-play” con integrazione Smartphone by Pioneer per il riconoscimento vocale e la compatibilità con gli standard Apple CarPlay ed Android Auto), compatibile con Siri di Apple e con Google Voice Command, si compone di uno schermo touch da 7” con menu principale a cinque icone per una rapida ed intuitiva visualizzazione delle funzioni, integrato nella plancia, con telecamera posteriore; l’utente ha la possibilità di visualizzare sul display tutte le applicazioni disponibili sul proprio device portatile.

L’equipaggiamento in termini di sistemi di sicurezza attiva e di ausilio alla guida per Toyota Aygo 2018 offre la telecamera posteriore di assistenza nelle fasi di parcheggio, il citato modulo keyless, la fanaleria anteriore alogena a parabole poliellissoidali e luci di posizione a Led, il dispositivo “Toyota Safety Sense” che raggruppa le tecnologie di protezione attiva per conducente e passeggeri progettate per prevenire e ridurre le collisioni (PCS-Pre Crash System, attivo fra 10 e 80 km/h per la rilevazione della presenza di veicoli che precedono il veicolo, che a sua volta integra l’assistenza alla frenata con indicatore sonoro e frenata autonoma d’emergenza; LDA-Lane Departure Alert di monitoraggio segnaletica orizzontale e aviso al conducente con dispositivo visivo ed acustico).

Un ulteriore upgrade riguarda la meccatronica: sotto il cofano, la conosciuta unità motrice VVT-i da 1 litro di cilindrata (998 cc) dall’architettura a tre cilindri e distribuzione DOHC a quattro valvole per cilindro, doppia iniezione per il miglioramento dell’efficienza di combustione, è stata aggiornata nella forma del collettore di aspirazione e nella porta di scarico, nella forma della camera di combustione (il rapporto di compressione aumenta da 11,5:1 ad 11,8:1), nel ricorso ad un nuovo rivestimento in resina sul mantello pistone e una sezione in carbonio sulla zona superiore della fascia, delle molle valvole e relativi alzavalvole in carbonio per la riduzione degli attriti interni, nonché nel sistema di raffreddamento. In previsione di una maggiore efficienza in termini di emissioni e consumi, viene adottato un nuovo sistema EGR; e, un nuovo albero equilibratore aiuta a ridurre le vibrazioni con la marcia a regimi ridotti. Con questi affinamenti, Toyota Aygo 2018 è conforme agli standard Euro 6.2. Dati alla mano, la rinnovata Aygo sviluppa una potenza massima di 72 CV a 6.000 giri/min ed una forza motrice nell’ordine di 93 Nm di coppia massima a 4.400 giri/min; su strada, la velictà di punta dichiarata è 160 km/h, e l’accelerazione da 0 a 100 km/h richiede 13”8. Fra gli equipaggiamenti disponibili, si segnala il debutto della trasmissione robotizzata x-shift a tre modalità (E-Easy, M-Manual, R-Retro) con classica funzione kick-down dei “tradizionali” cambi automatici e rinvio sequenziale della scelta dei rapporti alle levette collocate al volante.

Toyota Aygo Connected Vedi tutte le immagini
Altri contenuti