Mercedes-Benz Classe A L Sedan: la compatta diventa berlina

Prodotta a Pechino è pensata per soddisfare la clientela cinese e quella di altri mercati dove prediligono questo genere di vetture.

Mercedes-Benz Classe A L Sedan: la compatta diventa berlina

di Valerio Verdone

25 Aprile 2018

La Mercedes-Benz Classe A guadagna una lettera, la L, e la sigla Sedan, divenendo la Classe A L Sedan, una berlina che modifica nettamente le forme della compatta della Stella a Tre Punte per soddisfare la clientela cinese, non a caso è prodotta a Pechino, e quella di altri mercati che hanno cuore questa tipologia di auto.

Dalle immagini potrebbe essere scambiata per la nuova CLA, ma non è così, visto che è stata realizzata essenzialmente per il confort dei passeggeri posteriori, considerato il passo allungato di ben 6 centimetri che in questo segmento sono davvero tanti. Anche se le misure sono simili a quelle della coupé a 4 porte basata sulla Classe A della generazione precedente, con circa 4,60 metri di lunghezza, 1,80 metri di larghezza e 1,46 metri di altezza, mentre il bagagliaio è inferiore di 50 litri e si ferma a 420 litri.

Sotto il cofano ci saranno un 1.3 sovralimentato da 136 CV o 163 CV, mentre più avanti debutterà un 2 litri turbo da 190 CV. Del cambio manuale non c’è traccia, visto che tutte le unità saranno accoppiate al cambio automatico a doppia frizione a 7 marce. Come per la Classe A, la trazione sarà anteriore, ma non mancheranno varianti integrali.

Chiaramente, dalla compatta sarà mutuato anche il sistema d’infotainment MBUX con schermo touch e comandi vocali capaci di riconoscere persino i dialetti cinesi. Ci saranno anche applicazioni specifiche per gli automobilisti cinesi; insomma, alla Mercedes hanno fatto le cose in grande per avere un riscontro importante sul mercato da questo modello.

L’auto in questione debutterà nell’area asiatica nella seconda metà dell’anno, mentre per vederla nel resto del mondo bisognerà attendere la fine del 2018.

Tutto su: Mercedes-Benz Classe A