Kia K900: svelata la seconda generazione dell’ammiraglia coreana

La berlina premium della Casa di Seul guadagna un nuovo linguaggio stilistico e sfoggia al suo interno un ottimo mix di lusso e tecnologia.

Tra le novità di Kia svelate al Salone di New York troviamo la seconda generazione dell’ammiraglia K900, berlina di grandi dimensioni caratterizzata da finiture premium figlia di un progetto del tutto inedito. Realizzata grazie alla collaborazione del centro stile Kia in Corea con quello in California, la K900 sfoggia il nuovo linguaggio stilistico “Gravity of Prestige“, studiato per il modelli più lussuosi del marchio e in grado di dissimulare le importanti dimensioni dell’auto.

La vettura sfoggia nella zona anteriore la nuova mascherina “Quadric Pattern Grille” realizzata grazie alla composizione di ben 176 elementi e chiamata a separare gli avvolgenti proiettori anteriori. La presenza scenica della Kia K900 viene inoltre sottolineata dalle finiture Satin Chrome dedicate ai paraurti e dai cerchi in lega da 19 pollici.

Entrati nell’abitacolo si apprezza un ambiente austero, lussuoso e tecnologico che si distingue per la presenza di materiali di pregio come pellami, legni rari e metalli mescolati con cura ed accompagnati da un sofisticato sistema di illuminazione interna a LED con 64 colori sviluppato dal Pantone Color Institute. I sedili promettono il massimo comfort grazie alla presenza di un sistema di ventilazione combinato con un ampio ventaglio di regolazioni elettriche. Come se non bastasse i passeggeri che siedono dietro possono contare su un centro di comando per il controllo della climatizzazione.

A richiesta si può avere una strumentazione digitale da 12,3 pollici, mentre al centro della plancia spicca l’ampio display da 12,3 pollici dedicato al sistema di infotainment capace di offrire i nuovi servizi UVO Luxe, gestibili con un’app specifica e con l’apposito portale online, non manca inoltre un sofisticato impianto audio Harman Kardon-Lexicon QantumLogic Surround Sound con tecnologia Clari-Fi che può contare su 17 casse in grado di sprigionare 900 watt totali.

Particolarmente ricco l’elenco dei dispositivi elettronici dedicati all’assistenza di guida, tra cui segnaliamo la presenza di: Surround View Monitor, Blind Spot View Monitor, Lane Keep Assist, Forward Collision Avoidance Assist, Drive Attention Warning,  Rear Cross Traffic Avoidance Alert, Safe Exit Assist, il Lane Follow Assist e Advanced Smart Cruise Control comprensivo di radar.

Sotto il cofano della Kia K900 batte il medesimo propulsore utilizzato anche sulla Stinger, ovvero il benzina V6 bi-turbo da 3.3 litri in grado di sviluppare ben 365 CV scaricati sulla trazione integrale tramite l’uso di un cambio automatico a otto rapporti.

Kia K900: le immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti