Skoda: nel 2020 arriveranno 19 nuovi modelli

Il marchio boemo conclude un 2017 da primato nelle vendite e annuncia una consistente programma di sviluppo: 19 “new entry” entro il 2020 e la conferma dei progetti di elettrificazione della propria gamma.

Skoda celebra un 2017 da record con un ambizioso programma di sviluppo della propria gamma: ben 19 nuovi modelli chiamati a rinnovare, o in ogni caso ad arricchire, l’attuale lineup. L’annuncio è stato avanzato, nelle scorse ore, dai vertici di Mlada Boleslav in occasione dell’annuale conferenza stampa di illustrazione dell’esercizio finanziario: una conferma dell’ottimo stato di salute della holding con base a Wolfsburg, e dal punto di vista industriale incentrato su un ampio progetto di rinnovamento (nel quale, chiaramente, una parte del relativo “boost” deriva dal Dieselgate dell’autunno 2015, che di fatto ha aperto un foglio bianco sul quale i big player stanno iniziando a scrivere concreti capitoli di sviluppo) che, oltre a Volkswagen ed alla propria strategia di progressiva elettrificazione della propria gamma, riguarda Audi, Seat e, appunto, Skoda.

Più in dettaglio, i “piani alti” del marchio boemo svelano, fra i primi capitoli di ciò che a breve-medio termine portà essere letta come una nuova storia per Skoda, il “lancio” di 19 nuove vetture entro il 2020. Un lasso di tempo decisamente ridotto per un progetto così ampio: tuttavia, seppure l’elenco completo non è stato indicato, i vertici Skoda hanno già puntato i propri riflettori su una decisa “fetta” delle novità che vedremo entro i prossimi ventiquattro mesi.

Sugli scudi c’è la versione-produzione della interessante concept Skoda Vision X che ha avuto il proprio “battesimo della platea” al recentissimo Salone di Ginevra: il prototipo, rappresentato da un piccolo SUV,  confermato in vendita nel 2019 (conformemente, quindi, a quanto annunciato alla rassegna ginevrina dalla dirigenza Skoda) quale terza proposta “Sport Utility” per l’azienda boema dopo Kodiaq e Karoq, portava in dote – sulla ormai collaudata piattaforma modulare MQB-Modularer Querbaukasten, sempre più “centrale” nello sviluppo dei nuovi modelli VAG – dimensioni esterne “compatte” (la lunghezza del corpo vettura misura 4,26 m) e, sotto il cofano, un ambizioso modulo elettrificato – ed è chiara, qui, la prospettiva del futuro ampliamento per le tecnologie di propulsione da parte del Gruppo VAG – che abbina l’unità 1.5 G-TEC turbocompressa alimentata a metano (motore di recente engineering, che equipaggia Seat Ibiza TGI e Volkswagen Polo TGI) da 130 CV di potenza, ad un sistema elettrico da 20 kW alimentato da batterie agli ioni di litio da 1,5 kWh con sistema “mild hybrid” a 48V a generatore a cinghia BSG-Belt driven Starter Generator collegato al motorino d’avviamento. Più avanti si saprà se questo inedito dispositivo di propulsione troverà spazio a bordo della versione “sul mercato” del piccolo SUV Vision X.

Contestualmente, o subito dopo, la gamma Skoda si arricchirà con l’arrivo in produzione di ulteriori novità eco friendly: fra queste, sono state annunciate la attesa Citigo EV – anticipata, al Salone di Ginevra, da una prima dichiarazione di intenti rilasciata dal dirigente della Divisione Vendite e Marketing di Skoda Alain Favey ai taccuini di Auto Express – che rappresenterà la prima vettura 100% elettrica per Skoda oltre che una ambiziosa variante “zero emission” per la citycar di Mlada Boleslav, aggiornata all’inizio del 2017; e la variante PHRV (ibrida plug-in) della ammiraglia Skoda Superb, anticipata lo scorso novembre dall’amministratore delegato Bernhard Maier: quest’ultima, stando ad alcune “indiscrezioni” raccolte dalla stampa internazionale nelle scorse settimane, potrebbe essere equipaggiata con il 1.4 TSI di recente re-engineering in abbinamento con un motore elettrico (sistema nel complesso analogo a quello impiegato per l’alimentazione della “cugina” Volkswagen Passat GTE), per una potenza globale nell’ordine di 215 CV. La futura Skoda Superb a propulsione ibrida plug-in sarà prodotta nello stabilimento di Kvasiny.

Nel 2020 arriverà una seconda “derivata dal prototipo”: il modello in chiave di produzione della concept Vision E, esposta in una prima versione al Salone di Shanghai 2017 e, ulteriormente affinata, al successivo Salone di Francoforte, dove metteva in evidenza un sistema di propulsione a due unità elettriche da 306 CV complessivi (la trazione è, quindi, integrale) e, relativamente alladotazione di bordo, un modulo multimediale con hotspot WiFi LTE integrato, la tecnologia di rilevamento degli occhi del conducente e un rilevatore di fatica, oltre a un sistema di guida autonoma di Livello 3 (tecnologia che automatizza le fasi di accelerazione e frenata, l’individuazione delle aree di parcheggio e la relativa memorizzazione e consente la comunicazione come auto-connessa con l’ambiente esterno: veicoli ed infrastrutture). Le prime novità “green” rese note dai vertici Skoda in funzione di un loro debutto a breve termine si riallacciano alle strategie di elettrificazione a suo tempo comunicate, e che dati alla mano prevedono, dietro un investimento pari a 2 miliardi di euro fino al 2022, l’arrivo di dieci nuovi modelli a propulsione elettrificata entro il 2025.

Dal punto di vista finanziario, appaiono rilevanti i risultati ottenuti da Skoda nel 2017: salutato dalla dirigenza del marchio boemo come anno-record, lo scorso anno si è concluso con una crescita del 20,8% nei ricavi rispetto all’anno precedente, del 34,6% nei profitti operativi e in un +6,6% nelle vendite. Sul fronte di produzione, che si traduce in 1,2 milioni di veicoli venduti in tutto il mondo, il mercato più ricettivo è la Cina (325.000 veicoli consegnati), seguita da Germania (173.300 unità), Repubblica Ceca (95.000) e Regno Unito (80.100). Skoda Octavia è il modello più venduto, mentre – a conferma del gradimento dei mercati verso il segmento “Sport Utility” e Crossover – Kodiaq, nell’anno del suo debutto, ha totalizzato quasi 100.000 unità vendute. Apprezzato anche il nuovo Karoq, del quale negli ultimi mesi 2017 sono stati consegnati 6.500 esemplari. Il trend sembra positivo anche in relazione al 2018: nei primi due mesi di quest’anno, le consegne Skoda ammontano a 196.600 unità: un nuovo primato.

Skoda al Salone di Ginevra 2018 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti