Rimac C Two al Salone di Ginevra 2018

Rimac C Two è una hypecar totalmente elettrica che è in grado di raggiungere i 400 chilometri orari. Prestazioni da urla ma anche grande praticità.

Rimac è stata capace di portare il mondo delle auto elettriche verso nuovi orizzonti, fatti di prestazioni e di facilità d’uso nel quotidiano. Al Salone di Ginevra 2018 Rimac ha svelato la sua C Two, una hypercar straordinaria, personale ed estremamente potente, che rappresenta il simbolo di ciò che è possibile quando la vera innovazione e la passione è lasciata libera di sfogarsi. Partendo dalle conoscenze raccolte dalla brillante Rimac Concept One, il nuovissimo Rimac C Two combina i migliori materiali e la tecnologia per produrre qualcosa di rivoluzionario, con prestazioni e carattere elevati al massimo.

La Rimac C Two presenta una monoscocca interamente in fibra di carbonio con tetto in carbonio, batteria integrata e controtelaio posteriore in carbonio. Le strutture fondamentali sono realizzate in alluminio, e il corpo vettura stesso è in pura fibra di carbonio, con il risultato che è sia relativamente leggero che eccezionalmente resistente. Le sospensioni a doppio braccio oscillante con ammortizzatori a regolazione elettronica e la regolazione attiva dell’altezza offrono una guida fluida e confortevole, con quattro motori elettrici che alimentano ogni singola ruota, offrendo sia la trazione integrale che livelli senza precedenti di controllo dinamico.

Per sfruttare i 1.914 CV (1.408 kW) di potenza e 2.300 Nm di coppia, due volte e mezzo la coppia erogata da una hypercar contemporanea, viene utilizzata la R-AWTV (Rimac All-Wheel Torque Vectoring) che sostituisce il tradizionale programma di stabilità elettronica e il sistema di controllo della trazione, consentendo risposte dinamiche variabili all’infinito, dall’aderenza completa alla capacità di deriva estesa, per soddisfare anche i conducenti più esigenti. Con tale potere deriva una grande responsabilità: la Rimac C Two è equipaggiata con l’ultima tecnologia di tipo frenante. Oltre a una frenata rigenerativa massima di 150 kW, i grandi dischi freno in carbonio ceramico Brembo CCMR da 390 mm e le pinze a sei pistoncini sono presenti su entrambi gli assali anteriore e posteriore, consentendo una decelerazione potente e senza dissolvenze.

Le prestazioni sono assurde, la velocità massima è di 412 km/h,  mentre l’accelerazione da 0-100 km/h avviene in 1,85 secondi. Oltre a ciò, Rimac C Two mantiene la sua accelerazione che aumenta durante tutto il ciclo di spinta, raggiungendo i 300 km/h da fermo in soli 11,8 secondi. Tale capacità distruttiva equivale a un quarto di miglio in soli 9,1 secondi – una cifra solitamente associata solo a macchine da corsa specializzate. Ad ogni modo, Rimac C Two è un’auto GT confortevole e su misura che ha un’autonomia di 650 km e può essere caricata fino all’80 percento in meno di 30 minuti ed è stata progettata per essere utilizzata duramente, ripetutamente e in modo affidabile.

Altri contenuti